Ministero per i beni e le attivita culturali

Professioni

DM n. 244 del 20 maggio 2019, art. 2. Pubblicazione bandi permanenti

Restauratore di beni culturali – Decreto interministeriale MiBAC-MIUR 368

Firmato il Decreto interministeriale MiBAC-MIUR 368 del 10/08/2019 riguardante le MODALITÀ PER LO SVOLGIMENTO DELLE PROVE DI IDONEITÀ, FINALIZZATE AL CONSEGUIMENTO DELLA QUALIFICA DI RESTAURATORE DI BENI CULTURALI, CON VALORE DI ESAME DI STATO ABILITANTE E INTESE AD ACCERTARE LE CONOSCENZE LE ABILITÀ E LE COMPETENZE ATTESE PER LO SPECIFICO INDIRIZZO.
Le prove di idoneità sono riservate a coloro i quali abbiano i requisiti previsti dall’art. 182 comma 1-quinquies del Codice dei beni e delle attività culturali.

https://www.beniculturali.it/mibac/export/MiBAC/sito-MiBAC/Contenuti/MibacUnif/Comunicati/visualizza_asset.html_6050566.html

Qualifiche estere di Restauratore e Tecnico del restauro di beni culturali

A seguito della pubblicazione dei rispettivi elenchi, le professioni di Tecnico del restauro di beni culturali e Restauratore di beni culturali sono professioni regolamentate, il cui accesso ed esercizio sono subordinati al possesso di specifiche qualifiche professionali determinate per legge.

Il Ministero per i beni e le attività culturali è l’Autorità Italiana Competente per il riconoscimento delle qualifiche estere per le professioni regolamentate di Tecnico del restauro di beni culturali e Restauratore di beni culturali.

L’esercizio di una professione regolamentata in Italia da parte di cittadini stranieri, sia comunitari che extracomunitari, o di cittadini italiani che abbiano conseguito una qualifica fuori dal territorio nazionale, è dunque subordinata al riconoscimento della qualifica professionale conseguita all’estero da parte del Ministero per i beni e le attività culturali.

Sono previste due tipologie di esercizio della professione:

  • la libera prestazione di servizi, una mobilità temporanea che consente di esercitare immediatamente la professione senza dover chiedere il riconoscimento delle qualifiche
  • il diritto di stabilimento, che implica la partecipazione permanente alla vita economica di uno Stato e prevede una procedura di riconoscimento della qualifica estera fondata su un confronto tra i percorsi formativo-professionalizzanti previsti in Italia per l’esercizio della professione e quello svolto dal richiedente, a seguito di presentazione di apposita domanda.

Tutte le informazioni, i riferimenti normativi e le modalità di presentazione delle dichiarazioni preventive (nel caso di libera prestazione di servizi), o della domanda di riconoscimento (nel caso di diritto di stabilimento) sono indicate insieme alla rispettiva modulistica e all’elenco della documentazione necessaria all’indirizzo: http://dger.beniculturali.it/professioni/riconoscimento-qualifiche-professionali-estere/

 

Aggiornamento elenco dei Tecnici del restauro di beni culturali

Si pubblica il DDG n. 81 del 11 luglio 2019 di aggiornamento dell’elenco dei tecnici del restauro di beni culturali ai sensi dell’art. 29 del d.lgs. 42/2004 (Codice dei beni culturali e del paesaggio).

Sono state valutate tutte le richieste di inserimento pervenute fino al 10 luglio 2019, l’aggiornamento avverrà periodicamente.

Si precisa che l’unico percorso formativo che dà accesso alla qualifica e quindi all’inserimento nell’elenco, è stato stabilito dall’Accordo Stato-Regioni del 25 luglio 2012 per la definizione dello “Standard formativo e professionale del Tecnico del restauro di cui dell’art. 2, comma 2 del dm 26 maggio 2009, n. 86”.

I corsi accreditati e/o autorizzati sono erogati dalle Regioni e dalle Province Autonome di Trento e Bolzano direttamente o tramite soggetti accreditati, devono essere triennali e con una durata totale di almeno 2700 ore e rilasciano la qualifica di ‘Tecnico del restauro di beni culturali’ ai sensi del D.M. n.86/2009 con l’indicazione dell’indirizzo specifico di riferimento del corso.

L’elenco completo dei tecnici del restauro è consultabile al seguente link:  https://web.beniculturali.it/?p=48

Per richieste di ulteriori informazioni e precisazioni scrivere esclusivamente all’indirizzo di posta elettronica tecnicirestauratori@beniculturali.it

DDG n.81 dell’11 luglio 2019

Aggiornamento elenco dei Tecnici del restauro di beni culturali

Aggiornamento elenco dei tecnici del restauro di beni culturali

Elenco abilitati all’esercizio della professione di Restauratore

Avviso – comunicazione ai candidati Bando 22 giugno 2015

In riferimento al bando pubblico per l’acquisizione della qualifica di restauratore di beni culturali del 22 giugno 2015, la Direzione Generale Educazione e Ricerca comunica l’esito della valutazione delle osservazioni e/o controdeduzioni pervenute a seguito di preavviso di rigetto.

Maggiori informazioni

Bando pubblico per il conseguimento della qualifica professionale di restauratore di beni culturali

Avviso relativo al bando pubblico per l’acquisizione della qualifica di restauratore di beni culturali