Accordo per il progetto di recupero dell’ex carcere di Santo Stefano

Isola di Santo Stefano vista dall'isola di Ventotene

Accordo per il progetto di recupero dell’ex carcere di Santo Stefano

La Direzione generale Educazione, ricerca e istituti culturali e il Commissario del governo dott.ssa Silvia Costa hanno sottoscritto un importante accordo nell’ambito del progetto di recupero e valorizzazione dell’ex carcere dell’isola di Santo Stefano. L’accordo ha come obiettivi:

la promozione di forme di collaborazione stabili, anche con la partecipazione di enti terzi individuati in accordo tra le Parti, al fine di fornire supporto specialistico nell’ambito delle rispettive competenze istituzionali, che presentino caratteristiche idonee allo studio e conoscenza del complesso e del sito dell’ex carcere di Santo Stefano e dell’isola di Ventotene.

Tali forme di collaborazione dovranno essere finalizzate alla valorizzazione e fruizione dei contesti oggetto di intervento, in relazione alle molteplici accezioni di patrimonio storico, paesaggistico, materiale e immateriale e quindi ai diversi aspetti ambientali, culturali, turistici e digitali. Inoltre, le Parti intendono intraprendere in relazione all’Accordo comuni iniziative di ricerca, formazione ed educazione integrate aventi ad oggetto il patrimonio culturale, in stretta connessione con le caratteristiche storico ambientali dei contesti di riferimento e con particolare attenzione alla loro vocazione europea, anche attraverso l’elaborazione di percorsi educativi e di mediazione culturale, di strategie formative, di metodologie per interventi conservativi di carattere altamente innovativo nell’approccio, nell’utilizzo di nuove tecnologie e materiali, con una particolare attenzione alla sostenibilità ambientale ed economica al benessere sociale. (art. 2 dell’accordo)

Numerose le azioni comuni da intraprendere propedeutiche a ipotesi progettuali di recupero e conservazione dell’ex carcere borbonico dell’isola di Santo Stefano, per predisporre le migliori condizioni per una futura utilizzazione e fruizione pubblica , finalizzata anche ad un rilancio turistico ed economico, e da condividere tra le istituzioni coinvolte, gli enti locali e i privati interessati. Responsabile dell’attuazione dell’Accordo per la Direzione Generale Educazione, ricerca e istituti culturali il dirigente del Servizio I-Ufficio Studi.

Documenti utili

Accordo interistituzionale 27.10.2020 (rep.n.4/2020)