Author DGER_Mibac

Servizi Educativi_Logo 22 23

Offerta formativa nazionale 2022-2023. Avvio della raccolta dati.

Il Centro per i servizi educativi (Sed), afferente al Servizio I della Direzione generale Educazione, ricerca e istituti culturali avvia la X edizione dell’Offerta formativa nazionale. In collaborazione con la rete nazionale dei Servizi educativi del MiC, verranno raccolte le attività di settore programmate dagli istituti centrali e periferici, a titolo gratuito, per l’anno scolastico 2022-2023.

Nell’Offerta formativa nazionale sono comprese:

  • attività/progetti educativi e formativi rivolti a tutti i pubblici, alle famiglie e agli studenti del sistema scolastico e universitario
  • corsi su aspetti generali e specifici indirizzati al personale docente della scuola
  • proposte ed eventi legati alla conoscenza e alla salvaguardia dei territori

L’iniziativa, in linea con il Piano Nazionale per l’Educazione al patrimonio culturale 2021, mira a riconoscere il patrimonio culturale come ambito di riferimento per lo sviluppo di obiettivi di responsabilità civile, coesione sociale e partecipazione; ciò attraverso “prassi di mediazione che favoriscano il coinvolgimento diretto e la costruzione dialettica di una lettura contemporanea dell’eredità culturale”.

Compilazione e trasmissione

L’acquisizione delle proposte progettuali dei Servizi educativi verrà effettuata unicamente mediante la compilazione del foglio di lavoro Excel, edizione 2022-2023, scaricabile online dal sito del Sed (http://www.sed.beniculturali.it/index.php?it/476/of-2022-2023) o dalla cartella di scambio dati denominata ‘Offerta formativa’, reperibile nella rete intranet del MiC (indirizzo IP: \\10.96.0.45).

Termine di scadenza della raccolta dati: 16 settembre 2022.

Tutte le istruzioni operative alle quali attenersi sono contenute nell’Allegato tecnico della circolare DGERIC n.31/2022.

L’Offerta formativa nazionale 2022-2023 sarà resa disponibile attraverso la banca dati consultabile sul sito www.sed.beniculturali.it. La banca dati consentirà una ricerca geografica, tematica e tipologica. Inoltre, sarà promossa anche sui canali del Ministero della Cultura e della Direzione e tramite il supporto del Ministero dell’Istruzione.

Allegati

Circolare DG-ERIC n.31 – Offerta formativa nazionale 2021-2022

Allegato tecnico

Logo Università della Tuscia

Università Tuscia: Dottorato di Ricerca in Scienze storiche e dei beni culturali

La Direzione generale Educazione, ricerca e istituti culturali ha stipulato una convenzione con l’Università degli Studi della Tuscia per la riserva di un posto dedicato ai dipendenti del Ministero della cultura per la frequenza del corso di Dottorato di Ricerca in Scienze storiche e dei beni culturali.

Il bando di Dottorato e le relative informazioni sono consultabili sul sito dell’Università all’indirizzo:

http://www.unitus.it/it/unitus/post-lauream1/articolo/bando-di-concorso-xxxviii-ciclo

Requisiti di ammissione

Possono accedere al dottorato, senza limitazioni di età e cittadinanza, coloro che alla data del 31 ottobre 2022 siano in possesso di uno dei seguenti titoli di studio:

  • laurea di ordinamento ante DM 509/99 (c.d. vecchio ordinamento)
  • laurea specialistica e/o magistrale (ordinamenti DM 509/99 o DM 270/2004)
  • titoli accademici di secondo livello rilasciati da istituzioni facenti parte del comparto AFAM (Alta Formazione Artistica e Musicale)
  • analogo titolo accademico conseguito all’estero preventivamente riconosciuto idoneo.

Coloro che conseguiranno la laurea tra la data di presentazione della domanda e il 31 ottobre 2022 saranno ammessi con riserva fino al conseguimento del titolo.

Un posto, senza borsa, è riservato a dipendenti del MiC in possesso dei requisiti e autorizzati dal Dirigente dell’Ufficio di appartenenza.

Scadenza per l’invio delle domande: 26 agosto 2022 ore 14:00.

Documenti utili

Circolare DGERIC n.28/2022

Convenzione DGERIC – Università degli Studi della Tuscia 31/05/2022

Bando di concorso per Dottorato nazionale in Heritage Science (PhD-HS)

L’Università Sapienza di Roma ha pubblicato il bando di concorso di ammissione al dottorato nazionale in Heritage Science (scienze del patrimonio).

Il dottorato in Heritage Science (PhD-HS) ha l’obiettivo formare una nuova generazione di ricercatori e professionisti operanti nel settore del patrimonio culturale, in grado di collaborare e competere nei contesti delle più prestigiose iniziative europee e internazionali.

Si articola in 11 curricula interdisciplinari nel settore del patrimonio culturale. I temi del dottorato spaziano dall’archeologia all’intelligenza artificiale, dalla storia dell’arte alla fisica applicata allo studio della materia, dalla museologia alle scienze ambientali.

Il PhD-HS vede il coinvolgimento del Ministero della Cultura tramite il coordinamento della Direzione generale Educazione, ricerca e istituti culturali. Il dottorato prevede anche un periodo di studio e ricerca in imprese, pubbliche amministrazioni o centri di ricerca, inclusi gli Istituti centrali e periferici del Ministero della cultura da un minimo di sei mesi a un massimo di dodici mesi.

Sono previsti 91 posti coperti da borse di studio. Sono ammessi al concorso coloro che, entro il 31 ottobre 2022, abbiano conseguito la laurea magistrale/specialistica (o di vecchio ordinamento) oppure un titolo estero equivalente.

Il dottorato prevede, la possibilità – per coloro che fossero in attesa di conseguire la laurea entro il 31 ottobre 2022, di perfezionare l’immatricolazione non appena conseguito il titolo richiesto.

Le domande di partecipazione al concorso vanno presentate inderogabilmente entro le entro le ore 14:00 (ora locale) del 25 agosto 2022.

Per maggiori informazioni: https://phd.uniroma1.it/web/DOTTORATO-NAZIONALE-IN-HERITAGE-SCIENCE_nD3864_IT.aspx

Per scaricare il bando: https://www.uniroma1.it/sites/default/files/field_file_allegati/bando_hs_web_0.pdf

Conversazioni d'arte - logo

Conversazioni d’arte: Mediterraneo. Culture, scambi e immaginari condivisi

Il 28 luglio, dalle 16.00 alle 18.30, su Slash Radio Web andrà in onda il secondo appuntamento del programma ‘Conversazioni d’arte’, dedicato quest’anno al ‘Mediterraneo. Culture, scambi e immaginari condivisi’, per divulgare i tratti tipici della civiltà mediterranea, patrimonio condiviso da tante diverse realtà culturali che si affacciano sul mare interno.

Mangiare nel Mediterraneo: diete, cibi e cultura immateriale – seconda puntata

La seconda puntata del nuovo ciclo affronterà il tema del cibo. Nello specifico verrà trattata la Dieta Mediterranea, iscritta, dal 16 novembre 2010, nella Lista Rappresentativa del Patrimonio Culturale Immateriale dell’Umanità possedendo uno dei tratti peculiari della cultura del “Mare nostrum”.

La lettura di un passo tratto da Les surprises d’Hérodote di Lucien Febvre (1940), aprirà la puntata. Seguiranno un intervento che affronterà il rapporto tra Dieta Mediterranea e sistemi culturali e un contributo al Festival della Dieta Mediterranea

La seconda lettura, tratta dal Viaggio in Italia di Johann Wolfgang von Goethe (1786-1788), offrirà una suggestiva evocazione di quegli elementi dello scenario mediterraneo, i limoni, i pesci e i crostacei, che tanto colpirono il celebre umanista tedesco.

Seguiranno gli interventi a cura dell’Associazione Italiana Sommelier (AIS), dedicati al ruolo del vino nel racconto della storia e delle tradizioni dei territori del Mediterraneo, al percorso del primo sommelier ipovedente dell’Associazione e alle iniziative benefiche e di inclusività sociale promosse dalla stessa.

Arricchiranno le Conversazioni d’arte le ‘pillole di SlashArt’, in questa occasione dedicate a La cultura della plastica: arte, design, ambiente.

Infine, all’interno della consueta rubrica destinata alle attività accessibili attualmente in corso sul territorio nazionale sarà presentata la visita tattile Aggiungi un posto alla tavola del re dei  Musei Reali di Torino.

Brani musicali ispirati al cibo mediterraneo accompagneranno il pubblico in questo viaggio culturale ora al secondo appuntamento.

Partecipanti

Alla seconda puntata, condotta da Luisa Bartolucci dell’Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti, prenderanno parte:

Leandro Ventura, direttore dell’Istituto Centrale per il Patrimonio Immateriale – MiC; Stefano Pisani, sindaco di Pollica-Acciaroli, referente degli Elementi italiani del Patrimonio Culturale immateriale, Marco Albanese, delegato dell’Associazione Italiana Sommelier – Lecce e provincia; Antonio Tramacere, sommelier dell’Associazione Italiana Sommelier – Lecce; Alessia Varricchio e Annalisa Trasatti del Museo Tattile Statale Omero di Ancona; Giorgia Corso, coordinatrice dei Servizi educativi e referente per l’accessibilità dei Musei Reali di Torino; Elisabetta Borgia della Direzione generale Educazione, ricerca e istituti culturali, Servizio I Ufficio Studi – MiC.

Modalità di partecipazione

Per ascoltare Slash Radio Web sarà sufficiente digitare: http://www.uiciechi.it/radio/radio.asp (per chi utilizza il Mac, la stringa sarà: http://94.23.67.20:8004/listen.m3u), oppure collegarsi con la pagina Fb di Slashradioweb (https://www.facebook.com/SlashRadioWeb/?fref=ts).

Gli ascoltatori potranno scegliere diverse modalità di intervento e partecipazione: tramite telefono contattando durante la diretta i numeri: 06-92092566, inviando e-mail, anche nei giorni precedenti la trasmissione, all’indirizzo: diretta@uiciechi.it oppure compilando l’apposito modulo di Slashradio.

Le trasmissioni andate in onda possono essere riascoltate:

Il programma è curato dalla DG Educazione, ricerca e istituti culturaliUfficio Studi – Centro per i servizi educativi (Sed) in collaborazione con Slash Radio Web, la radio ufficiale dell’Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti ONLUS-APS.

Per maggiori informazioni

Comunicato stampa

 

Icona Mail

Bando di concorso Istituto per la Storia del Risorgimento Italiano

Si segnala che l’Istituto per la storia del Risorgimento italiano (ISRI) presso il quale è istituita la Scuola del Risorgimento, ha bandito il concorso a tre borse di studio annuali dell’importo di € 15.000,00 lordi ciascuna per dottori di ricerca in discipline storiche, per lo svolgimento di ricerche sul Risorgimento e sull’Ottocento. Le borse sono eventualmente rinnovabili per la successiva annualità.
Le domande dovranno pervenire all’Istituto dal 22 agosto al 23 settembre 2022 ore 12. Tutte le informazioni su requisiti e modalità di presentazione delle domande sono contenute nel bando di concorso.
Il bando è disponibile sul sito dell’Istituto: http://www.risorgimento.it/

ICPAL

Bando di concorso Scuola di Alta Formazione ICPAL a.a. 2022/2023

È online il bando di concorso per l’ammissione al corso della Scuola di Alta Formazione e Studio dell’Istituto centrale per la patologia degli archivi e del libro per aspiranti allievi restauratori di beni culturali per l’anno accademico 2022/2023.

Il corso, di durata quinquennale, è equiparato alla Laurea magistrale in Conservazione e restauro dei beni culturali (LMR/02) e abilita alla professione di Restauratore di beni culturali.

Il corso riguarda il Percorso Formativo Professionalizzante 5:

  • Materiale librario e archivistico
  • Manufatti cartacei e pergamenacei
  • Materiale fotografico, cinematografico e digitale

Il bando è volto all’ammissione di 5 allievi.

La scadenza per la presentazione delle domande è prevista per il 21 agosto 2022.

Maggiori informazioni

Consulta il bando e suoi allegati alla pagina del sito ICPAL

https://www.saf-icpal.beniculturali.it/bando-di-ammissione-saf-a-a-2022-2023/

Il bando è pubblicato anche su Gazzetta Ufficiale

Icona Mail

Avviso pubblico per Elenco di operatori cui affidare i servizi di archeologia

Segnaliamo la pubblicazione dell’Avviso pubblico per la costituzione di un elenco di operatori economici cui affidare i servizi di archeologia necessari alla realizzazione degli interventi funzionali a garantire l’adeguamento alle sentenze di condanna della corte di giustizia dell’Unione Europea in materia di collettamento, fognature e depurazione delle acque reflue, nella Regione Siciliana.

L’avviso, pubblicato il 14 giugno 2022, è consultabile sul sito istituzionale del Commissario Straordinario Unico per la depurazione.

Presentazione delle istanze

Indirizzo PEC a cui inoltrare le istanze: commissario@pec.commissariounicodepurazione.it con oggetto: “Istanza iscrizione Elenco degli operatori economici per l’affidamento di servizi di archeologia”. Termine per l’invio: ore 17:00 del 15° giorno successivo alla data di pubblicazione.

Per informazioni su requisiti, modalità di presentazione dell’istanza e formazione dell’elenco consulta il testo dell’avviso alla pagina:

https://commissariounicodepurazione.it/avvisi/avviso-pubblico-per-la-costituzione-di-un-elenco-di-operatori-economici-cui-affidare-i-servizi-di-archeologia-nella-regione-siciliana/ 

 

Officina Educazione Futuri 2022. Spazi di inclusione e democrazia

Mercoledì 13 luglio 2022 partecipiamo con il Centro per i servizi educativi (Sed) al convegno Spazi di inclusione e di democrazia: teoria e pratica dei concetti di inclusione e democrazia nei contesti educativi a Palazzo Merulana a Roma.

L’evento è parte del progetto Officina Educazione Futuri (edizione 2022); organizzato dal gruppo di ricerca Studi sociali sulla scienza, Educazione, Comunicazione dell’IRPPS (Istituto di Ricerche sulla Popolazione e le Politiche Sociali) del Consiglio Nazionale di Ricerca, in collaborazione con il Ministero dell’Istruzione.

I tavoli di lavoro delle comunità scientifica e educante sono dedicati a Teorie e pratiche di inclusione e democrazia nei contesti educativi – Dal dibattito sulla didattica trasformativa, alle competenze trasversali, multiculturali e di cittadinanza: principali risultanze e problematiche emerse. I contributi proposti dal Sed riguardano in particolare il patrimonio culturale, declinato nei temi dell’educazione, cittadinanza attiva  e accessibilità.

La sessione si articola in tre tavoli di lavoro; ciascuno composto da rappresentanti della comunità scientifica ed educante, studenti e altri attori sociali, che si confronteranno sulle teorie e pratiche di inclusione e democrazia nei contesti educativi, su obiettivi e possibili azioni e politiche da intraprendere.

Come partecipare

L’evento è aperto alla partecipazione di docenti, dirigenti scolastici, studenti, associazioni, enti di ricerca, previa iscrizione e fino a esaurimento posti.

La partecipazione è valida ai fini del riconoscimento di crediti formativi per l’aggiornamento dei docenti scolastici di ogni ordine e grado.

Ulteriori informazioni

La prima parte del convegno sarà trasmessa in diretta sulla pagina Facebook Officina educazione futuri dalle 14:30 alle 16:00. Ulteriori materiali e la registrazione integrale della restituzione in plenaria dei risultati dei tavoli saranno pubblicate entro l’estate sul sito di Officina educazione futuri.

Tutti dettagli sul sito: https//www.officinaeducationefuturi.it/it

Progetto Arqueo-Cuba: archeologia e sostenibilità ambientale

È iniziata oggi 11 luglio 2022 nel Comune di San Felice Circeo la prima missione in Italia nell’ambito del Progetto Arqueo-Cuba: archeologia e sostenibilità ambientale per una cooperazione territoriale di contrasto ai cambiamenti climatici.

Due settimane di incontri, seminari, sopralluoghi e visite a istituti e luoghi della cultura del Lazio; un programma formativo, coordinato dalla Direzione generale Educazione, ricerca e istituti culturali, che si rivolge alla delegazione cubana in un’ottica di reciproco scambio e arricchimento.

Il progetto

Arqueo-Cuba è un progetto di cooperazione e formazione internazionale su temi legati al patrimonio culturale e alla sostenibilità per il contrasto ai cambiamenti climatici. In linea con l’Agenda 2030, il progetto intende offrire un approccio onnicomprensivo ed inclusivo alla questione dello sviluppo urbano sostenibile a Cuba, a partire dal riconoscimento del patrimonio, nella sua più ampia accezione di materiale e immateriale, nella ricerca di strategie di salvaguardia ambientale.

Il progetto è finanziato dall’Agenzia Italiana per la Cooperazione allo Sviluppo (AICS), a seguito del bando per “Promozione dei Partenariati Territoriali e implementazione territoriale dell’Agenda 2030”, avviato nel luglio 2021 e della durata di 36 mesi.

I partner

Comune di San Felice Circeo (ente proponente), ARCS Arci Culture Solidali, Dipartimento Biologia Ambientale – Università “La Sapienza” di Roma, Direzione generale Educazione ricerca e istituti culturali del Ministero della culturaFondazione Scuola dei beni e delle attività culturaliOficina del Conservador de la Ciudad de Matanzas (OCCM), Oficina del Historiador de la Ciudad de la Habana (OHcH).

La prima missione in Italia

Sostenibilità, educazione, tutela e valorizzazione del patrimonio culturale sono i temi del programma formativo della prima missione in Italia del progetto Arqueo-Cuba. In collaborazione con i partner italiani e istituti e luoghi della cultura pubblici e privati del Lazio, la missione prevede un ricco programma di incontri.

11 luglio – saluti istituzionali, presentazione del progetto, del programma formativo e dei partner; focus e dibattito sul ruolo dell’educazione a cura del Centro per i servizi educativi (Sed) presso il Comune di San Felice Circeo.

12 luglio – Patrimonio e sviluppo sostenibile a cura dell’Ente Parco Nazionale del Circeo con il direttore Nicola Marrone, la Società Tecnostudi Ambiente e l’Istituto Pangea Onlus.

13 luglio – Focus sul restauro archeologico e sulla tutela e la valorizzazione dell’archeologia subacquea a cura della Soprintendenza Archeologia, belle arti e paesaggio per le province di Frosinone e Latina insieme alla Capitaneria di Porto di San Felice Circeo e all’Ufficio Circondariale Marittimo di Terracina.

14 luglio – visita del parco Nazionale del Circeo e approfondimento sugli aspetti naturalistici e botanici a cura di Giovanni Salerno, Orto Botanico di Roma.

15 luglio – visita a Ninfa e ai giardini storici a cura della Fondazione Roffredo Caetani.

18 luglio – visite al Parco archeologico di Cerveteri e Tarquinia con focus su strumenti digitali per la fruizione del patrimonio archeologico e al Museo territoriale del lago di Bolsena.

19 luglio – Focus su “Archeologia subacquea: dalla tutela alla valorizzazione” con visita al sito sommerso del Gran Carro nel lago di Bolsena a cura della Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio per la provincia di Viterbo e per l’Etruria Meridionale.

20 luglio – attività a cura della Fondazione Scuola dei beni e delle attività culturali e della Direzione generale Educazione, ricerca e istituti culturali presso le sedi istituzionali e visita al giardino botanico.

21 luglio – visita dell’Istituto centrale per il restauro con approfondimento sulle attività di laboratorio e sui reperti archeologici e all’Istituto centrale per la grafica con visita della camera di manovra della Fontana di Trevi.

22 luglio – attività a cura dell’Università Sapienza: Polo museale e Orto Botanico di Roma.

23 luglio – visita all’Area archeologica di Ostia Antica e Portus, necropoli di Isola Sacra, museo Ostiense e Museo della Navi di Fiumicino a cura del Parco Archeologico di Ostia Antica.

Programma Arqueo-Cuba – Missione Italia 1

Dettaglio del programma (11-15 luglio)

Dettaglio del programma (18-23 luglio)

La prima missione a Cuba

La missione in Italia segue la missione, conoscitiva e organizzativa, che si è svolta a Cuba nel mese di aprile 2022 che ha previsto:

  • una serie di incontri istituzionali con l’Ambasciata d’Italia all’Avana
  • tavoli tecnici di lavoro con i partner cubani
  • seminari di presentazione delle attività di progetto svolte dai vari partner
  • Infine, una prima indagine le aree target di progetto sia a l’Avana (Gabinete di Archeologia de l’Avana, Museo Archeologico, Museo della Real Fuerza, falde della fortezza della Cabana, Polvorin di San Antonio, sito aborigeno Guasabacoa) sia a Matanzas (chiesa originaria, casa delle catene, sito della Cañada e Museo del Morillo)

Maggiori informazioni sul progetto sono disponibili anche alla pagina: https://dger.beniculturali.it/attivita-internazionali/progetto-arqueocuba/

Segui la missione su fb: https://www.facebook.com/dger.web

#arqueocuba

Galleria immagini

Logo Grant Office

Transizione verde e patrimonio culturale: Bauhaus e STiCH-Sustainability

Il Grant Office per i finanziamenti europei del Ministero della Cultura, in collaborazione con il Grant Office del Consiglio Nazionale delle Ricerche-Istituto di Scienze del Patrimonio Culturale, organizza  il 20 luglio 2022 alle ore 11.30 il webinar online dal titolo “TRANSIZIONE VERDE E PATRIMONIO CULTURALE: il nuovo Bauhaus europeo e il progetto STiCH-Sustainability Tools in Cultural Heritage”.

Per partecipare al webinar è necessario registrarsi entro e non oltre il 18 luglio 2022 al seguente link: https://bit.ly/3NZYbPy .

Sono disponibili ulteriori informazioni nel documento allegato e sulla pagina web dedicata.

 

Per maggiori informazioni

Programma