Author DGER_Mibac

immagine contenente testo: Fondo giovani per la cultura

Giovani per la cultura: ammessi alla prova orale e calendario colloqui

Si pubblica l’elenco dei candidati ammessi alla prova orale e il calendario colloqui, a seguito della comunicazione della Commissione  istituita presso l’Archivio Centrale dello Stato per la “selezione per l’attivazione di tirocini formativi e di orientamento per 40 giovani fino a ventinove anni di età, che saranno impiegati per la realizzazione di progetti specifici, nel settore degli archivi e della digitalizzazione sull’intero territorio nazionale”.

L’avviso riguarda solo la valutazione delle domande concernenti l’attivazione tirocini presso le sedi dell’Archivio centrale dello Stato, le soprintendenze archivistiche e bibliografiche e gli archivi di Stato. I colloqui si svolgeranno unicamente in modalità telematica.

Avviso ammessi prova orale e calendario prova Commissione archivio dello Stato

Logo recante la scritta: G20 ITALIA 2021

G20 Culture Webinar 3: Building capacity trough training and education

Webinar PRIORITY 3 – BUILDING CAPACITY THROUGH  TRAINING AND EDUCATION
Human Capital – The Driver of Culture-led Regeneration

Program (PDF)
Panellists
Comunicato/Press release MiC 13 aprile 2021 (Italiano/English)
Comunicato conclusivo MiC 13 aprile 2021 (Italiano)

L’interazione fra cultura, formazione ed educazione del patrimonio culturale sono gli argomenti del terzo webinar di avvicinamento al G20 Cultura trasmesso il 13 aprile, a partire dalle ore 12, sul canale Youtube del Ministero della cultura.

Aperto dal professore Lorenzo Casini, Capo di Gabinetto del Ministero della cultura, al webinar partecipano esperti, studiosi e operatori di tutto il mondo, dai quali si raccoglieranno proposte e riflessioni che alimenteranno poi la discussione della riunione ministeriale G20 del 29 e 30 luglio.

L’obiettivo dell’incontro è anche quello di definire e promuovere la cooperazione tra i paesi del G20 per sostenere lo sviluppo di competenze specialistiche nel settore della formazione culturale.

Le tematiche culturali sono certamente una peculiarità della Presidenza italiana che le ha volute inserire tra i pilastri fondamentali su cui costruire una solida ripartenza. La scelta di prevedere una riunione ministeriale dedicata conferma inoltre la linea avviata nel 2017 quando, a Firenze, su proposta del ministro Franceschini, si è tenuto il primo G7 Cultura.

English version

The third  international webinar,  organized by MiC in the framework of the Italian G20 Culture chiarmanship, kicks off 13 April 2021 – broadcast at 12.00 CEST, on the Youtube channel of the Ministry of Culture. The interaction between culture, cultural heritage, training and education are the topics on which the webinar approaching the G20 Culture Ministerial will focus.

It will be opened by Professor Lorenzo Casini, Head of Cabinet of the Ministry of Culture, and will see the participation of experts, scholars and operators from all over the world.

Their proposals and reflections will be collected to feed the discussion of the Ministerial meeting, chaired by Dario Franceschini, on 29 and 30 July.
This third meeting aims  to define and promote cooperation between the G20 countries  to support the development of specialist skills in the field of cultural education.

Cultural issues are a priority of the Italian G20 Presidency which included them among the fundamental pillars on which to build a solid restart. The decision to organize a dedicated Ministerial meeting confirms the line opened in 2017 when, on the proposal of Minister Franceschini, the first G7 Culture was held in Florence.

Partecipanti/Participants 

Kathrin Merkle, Consiglio d’Europa – Direzione Generale della Democrazia (DGII), Capo della Divisione Cultura e Patrimonio Culturale; Webber Ndoro, Direttore Generale ICCROM; Catherine Magnant Commissione Europea, DG EAC, vicedirettore e capo dell’unità di politica culturale; Pierluigi Sacco, Capo Ufficio di Venezia e Senior Advisor co OECD Centre for Entrepreneurship, SMEs, Regions & Cities, Culture-education Crossovers; Doris Sommer, Harvard University; Christian Greco, Direttore del Museo Egizio di Torino; Grial Ibáñez de la Peña, Vicedirettore della Cooperazione Culturale con le Regioni Autonome, Ministero della Cultura e dello Sport di Spagna; Anibal Jozami, Rettore della Universidad Nacional de Tres de Febrero, Direttore generale di BIENALSUR; Denise Pires de Carvalho, Rettore dell’Università Federale di Rio de Janeiro.

Ewan Hyslop, responsabile della sostenibilità, della ricerca e dell’istruzione tecnica di Historic Scotland; Julianne Polanco, California Office of Historic Preservation; Albino Jopela, responsabile dei programmi del Fondo africano per il patrimonio mondiale; Àngel Panero Pardo, Architetto capo, Oficina de supervisión del Consorcio de Santiago; Massimo Osanna, Professore Università Federico II di Napoli; Dwinita Larasati, Bandung Creative City Forum. Lim Tit Meng, Professore Science Centre Singapore; Vincenzo Trione, Presidente della Fondazione Scuola di Beni e Attività Culturali; Cristina Gonzalez-Longo, Presidente del Comitato Scientifico Internazionale ICOMOS per l’Educazione e la Formazione (CIF); Lluis Bonet, Università di Barcellona; Xavier Greffe, Université Paris 1 – Sorbonne; Alan Salzenstein, European Network on Cultural management and Policy (ENCACT); Noriko Aikawa-Faure, Centro internazionale di ricerca per il patrimonio culturale immateriale nella regione Asia-Pacifico.

Bak Sang Mee, Hankuk University of Foreign Studies; Anupama Sekhar, Direttore per la Cultura, Asia Europe Foundation (ASEF); Sheenagh Pietrobruno, Professore Scuola di Comunicazione Sociale Facoltà di Scienze Umane Saint Paul University (federata con l’Università di Ottawa); Bernd Fesel, Direttore European Creative Business Network. Leandro Valiati, Professore in Creative Industries, Senior Researcher atlPeoples Palace Projects – QMUL; Christine Mackenzie, Presidente Federazione internazionale delle associazioni e delle istituzioni bibliotecarie; Nuha Al-Sharif, Dipartimento di ricerca e studi culturali presso il Ministero della Cultura dell’Arabia Saudita; Handoko Hendroyono, Fondatore M-Bloc Space on Cultural Heritage and Resilience.

English version

Kathrin Merkle, Council of Europe – Directorate General for Democracy (DGII), Head of the Culture and Cultural Heritage Division; Webber Ndoro, ICCROM General Manager; Catherine Magnant European Commission, DG EAC, Deputy Director and Head of the Cultural Policy Unit; Pierluigi Sacco, Head of the Venice Office and Senior Advisor to the OECD Center for Entrepreneurship, SMEs, Regions & Cities, Culture-education Crossovers; Doris Sommer, Harvard University; Christian Greco, Director of the Egyptian Museum in Turin; Grial Ibáñez de la Peña, Deputy Director of Cultural Cooperation with the Autonomous Regions, Ministry of Culture and Sport of Spain; Anibal Jozami, Rector of the Universidad Nacional de Tres de Febrero, General Director of BIENALSUR; Denise Pires de Carvalho, Rector of the Federal University of Rio de Janeiro.

Ewan Hyslop, Head of Sustainability, Research and Technical Education at Historic Scotland; Julianne Polanco, California Office of Historic Preservation; Albino Jopela, program manager of the African Fund for World Heritage; Àngel Panero Pardo, Chief Architect, Oficina de supervision of the Consorcio de Santiago; Massimo Osanna, Professor at the Federico II University in Naples; Dwinita Larasati, Bandung Creative City Forum; Lim Tit Meng, Professor of Science Center Singapore; Vincenzo Trione, President of the School of Cultural Heritage and Activities Foundation; Cristina Gonzalez-Longo, President of the ICOMOS International Scientific Committee for Education and Training (CIF); Luis Bonet, University of Barcelona; Xavier Greffe, Université Paris 1 – Sorbonne; Alan Salzenstein, European Network on Cultural management and Policy (ENCACT).

Noriko Aikawa-Faure, International Research Center for Intangible Cultural Heritage in the Asia-Pacific Region; Bak Sang Mee, Hankuk University of Foreign Studies; Anupama Sekhar, Director of Culture, Asia Europe Foundation (ASEF); Sheenagh Pietrobruno, Professor School of Social Communication Faculty of Human Sciences Saint Paul University (federated with the University of Ottawa). Bernd Fesel, Director of the European Creative Business Network; Leandro Valiati, Professor in Creative Industries, Senior Researcher at Peoples Palace Projects – QMUL; Christine Mackenzie, President of the International Federation of Library Associations and Institutions. Nuha Al-Sharif, Department of Research and Cultural Studies at the Ministry of Culture of Saudi Arabia. Handoko Hendroyono, Founder of M-Bloc Space on Cultural Heritage and Resilience.

(Rome, April 13, 2021 MiC Press Office).

Consulta anche la pagina / For further information: www.beniculturali.it/g20webinar

immagine-DiCultHer

2° webinar DG-ERIC per #DiCultHer: La conservazione del patrimonio digitale

Non mettere tutte le uova nello stesso cestino”: la conservazione del patrimonio digitale, un contesto e alcune note di metodo.

Si terrà il 16 aprile 2021 dalle 15.30 alle 18.00 il 2° dei tre webinar della Direzione sulle sue competenze istituzionali, giuridiche e ruolo del digitale. Il webinar è il 24° del ciclo Convenzione di Faro nell’era digitale organizzato dall’associazione Digital Cultural Heritage, Arts and Humanities DiCultHer.

Il tema

Dalla metà degli anni Novanta, vale a dire dagli albori dell’era delle grandi campagne di digitalizzazione del patrimonio, il numero di beni digitalizzati e nativi digitali sta aumentando in modo esponenziale.

La problematica dell’obsolescenza tecnologica – unitamente ai temi legati alla conservazione dei documenti digitali attraverso il mantenimento dei loro supporti fisici, della loro performatività e alla possibilità di garantire l’accesso ai contenuti attraverso la migrazione dei dati – è argomento che è stato affrontato a partire degli anni Duemila, grazie all’attivazione di interessi specifici.

Da un lato il mondo museale dell’arte contemporanea ha dovuto occuparsi dei cosiddetti Time Based Media, dall’altro archivi e biblioteche si sono ritrovati al banco di prova della distribuzione di servizi e di documenti nel web, grazie alla condivisione e all’interoperabilità degli strumenti.

La digitalizzazione nel campo della conservazione di beni cinematografici e fotografici può essere considerata paradigmatica delle difficoltà etiche e pratiche che gli operatori si trovano a dover affrontare durante il proprio lavoro.

Relatori

  • Renata Pintus. Storico dell’arte del Ministero della Cultura, specialista in arte contemporanea, è direttrice del Servizio di consulenza ai Settori di restauro per la conservazione delle opere d’arte contemporanee e vicedirettrice dei settori Dipinti Mobili, Scultura lignea, Materiali cartacei e membranacei, Pitture murali presso l’Opificio delle Pietre Dure di Firenze.
  • Barbara Cattaneo. Restauratrice di materiali fotografici e cartacei presso l’OPD e precedentemente presso la Biblioteca Nazionale Centrale di Firenze, è laureata in Scienze dei beni culturali. Le esperienze di formazione più importanti sono state presso il Trinity College di Dublino, la George Eastman House di Rochester (N.Y.), ICCROM, NRICPT (Tobunken) a Tokyo e i corsi del The Getty Conservation Institute a Budapest e a Praga. Insegna Restauro fotografico presso OPD e ICPAL, è docente a contratto di Storia delle tecniche fotografiche all’Università di Firenze. Inoltre è ricercatore associato CNR-IFAC nell’ambito del progetto Memoria Fotografica.
  • Maurizio Prece. Fotografo e operatore cinematografico. Lavora all’Istituto Luce Cinecittà dal 1998. È responsabile del settore IT dell’Archivio Luce all’interno del quale si occupa della conservazione e del rilascio dei media digitali. Seguendo gli aggiornamenti tecnologici sviluppa work flow verso le postazioni di postproduzione. Da qualche anno sta approfondendo la parte AI per ricerche multilivello sui media digitalizzati.
  • Barbara Zonetti. Funzionario restauratore conservatore e tutor della Scuola di Alta Formazione dell’Istituto centrale per la patologia degli archivi e del libro. Dal 2015 è docente della SAF per i moduli didattici “Restauro dei beni cinematografici” e “Restauro cinematografico (digitale)”. Responsabile del laboratorio cinematografico dell’Istituto Luce S.p.A. prima e Cinecittaluce S.p.A. fino al 2012, ha coordinato diversi progetti di conservazione e restauro del materiale cinematografico dell’archivio Luce e restaurato direttamente cinegiornali, corto, medio e lungometraggi.

Iscrizione

Iscriviti gratuitamente: https://www.eventbrite.it/e/biglietti-webinar-24-dgeric-la-conservazione-del-patrimonio-digitale-150313089497?aff=ebdsoporgprofile

Inoltre, il webinar sarà trasmesso in diretta streaming nel Canale DiCultHer di YouTube a partire dalle ore 15:30 del 16 aprile 2021.

Vedi anche: https://www.diculther.it/webinar-24-del-16-aprile-2021-dg-eric-la-conservazione-del-patrimonio-digitale/

Vedi il programma completo dei webinar DG-ERIC alla pagina: https://dger.beniculturali.it/webinar-a-cura-della-direzione-generale-educazione-ricerca-e-istituti-culturali/

Icona Mail

Circolare DGERIC n. 14/2021 – Rilevazione statistica R&S

La rilevazione ISTAT Ricerca e Sviluppo (R&S) nelle Istituzioni pubbliche è effettuata per il Ministero della Cultura dalla Direzione Generale Educazione, ricerca e istituti culturali.

Tutti gli istituti del Ministero che svolgono attività di R&S sono, dunque, invitati a compilare i questionari per il rilevamento dei dati; il periodo di riferimento della rilevazione riguarda l’anno 2019 e anche le previsioni 2020-2021.

I dati devono essere inviati entro il  30 aprile 2021 (scadenza tassativa), seguendo le indicazioni fornite nella Circolare DG-ERIC n.14 del 9 aprile 2021 e modulistica allegata.

Anche gli istituti che non hanno effettuato attività di R&S sono invitati a rispondere, anche  negativamente, alla rilevazione.

In questa pagina è possibile scaricare la circolare con la rispettiva modulistica.

Documenti utili

Circolare DG-ERIC n.14 del 9 aprile 2021

ISTAT_RS2_Febbraio2021_Istituto (File Excel)

note per la compilazione

RS2 2019 Istruzioni modello

 

Logo recante la scritta: G20 ITALIA 2021

G20 Cultura – ciclo di webinar sulla protezione del patrimonio culturale

IT/EN

Nell’ambito della Presidenza Italiana del G20, il Ministero della Cultura ha organizzato un ciclo di conferenze internazionali. Agli incontri parteciperanno esperti, studiosi e operatori di tutto il mondo, dai quali si raccoglieranno proposte e riflessioni che alimenteranno la discussione del G20 Cultura del 29 e 30 luglio.

I temi al centro del prossimo G20 Cultura sono la lotta al traffico illecito delle opere d’arte, gli effetti dei cambiamenti climatici sul patrimonio culturale, le industrie creative e la rivoluzione digitale, l’interazione fra cultura, formazione ed educazione.

La scelta di prevedere una riunione ministeriale dedicata conferma inoltre la linea avviata nel 2017 quando, a Firenze, si è tenuto il primo G7 Cultura con l’impegno degli Stati a prevedere all’interno dei grandi summit internazionali riunioni dei Ministri della Cultura e delle organizzazioni internazionali.

Programma del ciclo di webinar:

I tre webinar, che si terranno esclusivamente in lingua inglese, saranno trasmessi in diretta sul canale YouTube del Ministero della cultura.

Pagina dedicata sul sito del Ministero della Cultura: www.beniculturali.it/g20webinar

 

immagine recante testo: contributi per l'educazione musicale dei minori di 16 anni con immagini di strumenti musicali

Proroga domande di contributo per l’educazione musicale

Proroga termini per l’invio delle domande per l’erogazione del contributo per l’educazione musicale di cui all’art. 105-ter del decreto-legge 19 maggio 2020, n. 34, convertito, con modificazioni, dalla legge 17 luglio 2020, n. 77.

Ai fini di agevolare le famiglie nel reperimento della documentazione necessaria alla presentazione della domanda relativa al contributo per l’educazione musicale si dispone quanto segue:

Sono prorogati fino al 30 aprile 2021 ore 12,00 i termini per la presentazione della domanda.

Resta fermo quanto previsto dall’articolo 4 dell’Avviso pubblico:  le domande a pena di esclusione dovranno essere inviate, utilizzando la specifica applicazione informatica disponibile sul sito internet http://www.beniculturali.it e della Direzione generale Educazione, ricerca e istituti culturali seguendo le relative istruzioni formulate dal sistema informatico.

Tutte le informazioni utili, l’avviso pubblico, le FAQ , il vademecum per la compilazioni sono disponibili alla pagina:

https://dger.beniculturali.it/bandi-e-avvisi/10-milioni-di-euro-per-leducazione-musicale-di-minori-di-16-anni/

 

 

Logo recante testo: Biennale #Arteinsieme cultura e culture senza barrire con 12 icone relative a disabilità o diversità culturali

IX Edizione Biennale Arteinsieme – cultura e culture senza barriere

Si terrà da luglio a dicembre 2021 la IX edizione della Biennale Arteinsieme – cultura e culture senza barriere.

L’iniziativa è promossa dal Museo Tattile Statale Omero di Ancona e TACTUS Centro per le Arti Contemporanee, la Multisensorialità e l’Intercultura, in collaborazione con la DG Educazione, ricerca e istituti culturali – Servizio I, Ufficio Studi – Centro per i servizi educativi (Sed), la DG Musei – Servizio II – Sistema Museale Nazionale e la DG Creatività Contemporanea.

I musei e i luoghi della cultura sono invitati ad aderire con iniziative accessibili e inclusive al fine di favorire la più ampia partecipazione di persone con disabilità e provenienti da culture altre.

Sono previsti inoltre due incontri con esperti sull’accessibilità per le persone con disabilità visiva, con disabilità intellettiva e per le persone sorde. Il personale dei musei aderenti alla Biennale può iscriversi entro il 26 aprile.

I musei e i luoghi della cultura potranno comunicare le loro attività accessibili tramite appositi form on line disponibili a breve nel sito del Museo Tattile Statale Omero: www.museoomero.it.

  • dal 1 al 30 giugno si potranno inserire le iniziative previste nel periodo luglio – settembre ;
  • dal 1 al 30 settembre si potranno inserire le iniziative previste nel periodo ottobre – dicembre .

Informazioni dettagliate sugli incontri e sull’iniziativa nella circolare n.10 e invito allegato:

Circolare n. 10-2021 Biennale Arteinsieme

Allegato: invito musei e luoghi della cultura

Logo recante la scritta: Biennale #Arteinsieme cultura e culture senza barriere IX edizione - 2021

Logo Biennale Arteinsieme IX edizione – 2021

Logo DG-ERIC con testo: MiC Direzione generale Educazione, ricerca e istituti culturali

Domande online per contributi annuali agli istituti culturali fino al 31 marzo

Si ricorda che la procedura informatica per l’invio delle domande di concessione dei contributi annuali agli istituti culturali erogati dal Ministero della Cultura – Direzione generale Educazione, ricerca e istituti culturali, in base all’art. 8 della legge 17 ottobre 1996, n. 534, è attiva fino al 31 marzo 2021.

I contributi sono destinati agli istituti culturali, in possesso dei requisiti indicati all’articolo 8 della legge 17 ottobre 1996, n. 534, che:

  • svolgano la loro attività da almeno un triennio;
  • prestino rilevanti servizi in campo culturale;
  • promuovano e svolgano attività di ricerca, di organizzazione culturale e di produzione editoriale a carattere scientifico;
  • svolgano la propria attività sulla base di un programma almeno triennale e dispongano di attrezzature idonee per la sua realizzazione.

Le modalità di presentazione e di valutazione della domanda, così come i criteri di assegnazione del contributo, sono contenuti nella circolare n.3 del 10 febbraio 2021 della Direzione generale Educazione, ricerca e istituti culturali.

La domanda può essere presentata al seguente link: www.istitutidgeric.beniculturali.it

Vai all’avviso: https://dger.beniculturali.it/norme-per-lammissione-ai-contributi-annuali-agli-istituti-culturali/

helpdesk: hd.dgeric@ptsclas.com

Documenti utili

Circolare DG-ERIC n.3-2021 

FAQ circolare DG-ERIC n.3 – 2021 (aggiornate il 29 marzo 2021)

Vademecum modulistica Istituti culturali contributi annuali (aggiornato il 10 marzo 2021)

Icona Mail

Istanze di istituzione e rifinanziamento di Comitati ed Edizioni Nazionali

In relazione alle domande a valere sulla circolare DG-ERIC del 25 febbraio 2021, n. 6 recante “Interventi in materia di Comitati nazionali per le celebrazioni, le ricorrenze o le manifestazioni culturali e di Edizioni nazionali” si comunica che:

  • in data 1 aprile 2021 sarà disponibile la modulistica per l’inoltro di istanza di istituzione di Comitati ed Edizioni nazionali
  • in data 9 aprile 2021 sarà disponibile la modulistica per l’inoltro delle istanze di rifinanziamento di Comitati ed Edizioni nazionali

Le istanze devono essere presentate esclusivamente in modalità elettronica, mediante compilazione dei moduli presenti sulla piattaforma digitale della Direzione generale Educazione, ricerca e istituti culturali, disponibile al link: www.istitutidgeric.beniculturali.it.

Ulteriori informazioni alle pagine dedicate:

Comitati Nazionali per le celebrazioni e le manifestazioni culturali – istituzione e contributi

Edizioni nazionali – Costituzione e contributi

Vademecum modulistica Comitati ed edizioni nazionali

immagine-DiCultHer

1° webinar DG-ERIC per il ciclo DiCultHer “Convenzione di Faro nell’era digitale”

Si terrà il 26 marzo 2021 dalle 15.30 alle 18.00 il primo dei tre webinar sul tema “Direzione generale Educazione, ricerca e istituti culturali: competenze istituzionali, giuridiche e ruolo del digitale“.

Il webinar del 26 marzo è il 22° del ciclo sulla Convenzione di Faro nell’era digitale organizzato dall’associazione Digital Cultural Heritage, Arts and Humanities – DiCultHer.

Programma dettagliato

  • Introduzione a cura del dott. Andrea De Pasquale, dirigente del Servizio I – Ufficio Studi.
  • #EFR Beni culturali. La piattaforma integrata della DG-ERIC per l’educazione, la formazione e la ricerca.
    Il dott. Diego Aprea e la dott.ssa Caterina Paola Venditti (Servizio I – Ufficio Studi, UO Sistemi informativi e documentali) presenteranno il progetto #EFR Beni culturali, una piattaforma che raccoglierà in modo sistematico le iniziative inerenti l’educazione, la formazione e la ricerca, degli istituti del MiC e del MUR, di Istituti Culturali, Regioni e altri soggetti pubblici e privati. Un luogo di incontro e condivisione di esperienze, attività, progetti, iniziative relativi al patrimonio culturale.
  • Confini e problemi della nozione di “Cultural heritage” nella Convenzione di Faro e nel diritto interno a cura dell’ avv. Antonio Tarasco, dirigente del Servizio II – Istituti culturali. In che rapporti si pone la nozione di cultural heritage accolta nella Convenzione di Faro rispetto all’evoluzione della nozione di patrimonio culturale nel diritto interno e nel diritto internazionale? È questo uno dei profili su cui si incentrerà la relazione, in cui verrà analizzata anche la reale giuridicità del concetto di “diritto al patrimonio culturale” accolto nella stessa Convenzione e l’ampiezza dell’utilizzabilità del patrimonio culturale a fini economici.
  • La Convenzione di Faro: verso la valorizzazione del patrimonio culturale come Cultural Common a cura dell’avv. Viviana Di Capua Università degli Studi di Napoli “Federico II”. Il contributo ha l’obiettivo di dimostrare che la Convenzione di Faro ha posto le condizioni giuridiche per la considerazione (e la valorizzazione) del patrimonio culturale come Cultural Common, attribuendo alla comunità il compito di autogestire le risorse locali e definire, insieme alle istituzioni pubbliche, le regole d’uso. Infine, l’intervento esaminerà un caso studio,  i “Friends of Molo San Vincenzo”, una comunità patrimoniale per il recupero del Molo Borbonico nel Porto di Napoli.

Iscriviti al webinar al link:

https://www.eventbrite.it/e/biglietti-webinar-22-competenze-istituzionali-giuridiche-e-ruolo-del-digitale-147252481135

Vedi il programma completo dei webinar DG-ERIC alla pagina: https://dger.beniculturali.it/webinar-a-cura-della-direzione-generale-educazione-ricerca-e-istituti-culturali/.

Iscrizioni e maggiori informazioni sull’iniziativa DiCultHer alla pagina: https://www.diculther.it/webinar-settimanali-sulla-convenzione-di-faro-ottobre-2020-aprile-2021/.

Il webinar è trasmesso anche in diretta streming sul Canale DiCultHer di YouTube.