Author DGER_Mibac

Immagine del Fondo Lanciani raffigurante una stampa il Teatro Marcello a Roma

139 manoscritti del Fondo Lanciani digitalizzati e disponibili online

È on line il Fondo di manoscritti appartenuto a Rodolfo Lanciani, disponibile per studiosi, studenti e per tutti gli interessati.

Il materiale rappresenta una fonte di primaria importanza per la topografia della città di Roma e delle zone circostanti, dal Rinascimento in poi.

La digitalizzazione del Fondo è l’esito di un importante progetto della Direzione Generale Educazione, Ricerca e Istituti Culturali in collaborazione con l’Istituto Nazionale di Archeologia e Storia dell’Arte (INASA) e la Biblioteca di Archeologia e Storia dell’Arte di Roma, finalizzato alla fruizione e all’accessibilità allo studio e alla consultazione di fondi archivistici in modalità digitale.

I 139 manoscritti contenenti corrispondenza, appunti bibliografici, archivistici, bozze per pubblicazioni, disegni, incisioni e fotografie raccolti dal celebre archeologo romano, si aggiungono alle sezioni conservate nella Biblioteca Apostolica Vaticana (Vat. Lat. 13045-13047) e presso l’INASA, già digitalizzate grazie ad un accordo con le università di Stanford e dell’Oregon, il Dartmouth College e la BiASA (https://exhibits.stanford.edu/lanciani).

Rodolfo Lanciani (Montecelio 1845 – Roma 1929) frequentò le scuole presso il Collegio Romano e poi l’Università della Sapienza, laureandosi  in Filosofia e Matematica e poi in Ingegneria. Si dedicò agli studi di archeologia e, oltre a ricoprire cariche governative, fu vicedirettore del Museo Kircheriano, Direttore degli scavi del Palatino dal 1877 e docente di Topografia romana all’Università di Roma. Nella sua vita raccolse una straordinaria documentazione di immagini e materiale relativo alla storia di Roma.

Il Fondo, acquisito nel 1929 dall’allora Regio Istituto di Archeologia e Storia dell’Arte, è oggi conservato nella Biblioteca di Archeologia e Storia dell’Arte a Palazzo Venezia a Roma (BiASA).

Il fondo è consultabile al link: https://www.inasaroma.org/patrimonio/fototeca-6/manoscritti-lanciani-parte-1/

Icona Mail

Contributi annuali alle istituzioni culturali ex art. 8 della L. n. 534/1996

Si pubblica il  D.M. 22/12/2020, rep. n. 598, recante Contributi annuali alle istituzioni culturali, ai sensi dell’art. 8 legge 17/10/1996, n. 534, per l’anno 2020.

Il decreto contiene il piano di ripartizione dei contributi di cui all’art. 8 legge 17/10/1996, n. 534, pari a 2.000.519,00 di euro, formulato in data 12/11/2020 dalla Commissione istituita con decreto del Direttore generale Educazione, ricerca e istituti culturali il 3/07/2020.

Ulteriori informazioni alla pagina dedicata: https://dger.beniculturali.it/istituti-culturali/art-8-della-legge-n-534-del-17-ottobre-1996/

Documenti utili

DM 598 22 dicembre 2020 Contributi annuali istituzioni culturali ex art. 8 L. n. 534 1996 anno 2020-signed

Registrazione Corte dei conti DM 22 12 2020 598 contributi ex art. 8 L. 534 1996 af 2020

immagine generica di libri

Al via le domande per contributi a convegni e pubblicazioni

È attiva la nuova piattaforma informatica per l’invio delle domande di concessione dei contributi per convegni e pubblicazioni erogati dal MiBACT – Direzione generale Educazione, ricerca e istituti culturali.

I contributi sono finalizzati all’organizzazione di convegni e alla pubblicazione di volumi di rilevante interesse culturale promossi o organizzati entro l’anno da associazioni, fondazioni ed altri organismi senza scopo di lucro.

Le modalità di presentazione e di valutazione delle domande e i criteri di assegnazione del contributo sono contenuti nella circolare della Direzione generale Educazione, ricerca e istituti culturali n.16/2020.

La domanda può essere presentata entro il 31 gennaio 2021 al seguente link: www.istitutidgeric.beniculturali.it

Documenti utili

Circolare DG-ERIC n.16/2020 (convegni e pubblicazioni)

FAQ circolare n.16-2020 (pubblicate il 19 gennaio 2021)

piazza del Campidoglio, Roma

Al via le domande per i contributi del Fondo per il 150 anni di Roma Capitale

Al via le domande di partecipazione relative all’Avviso di selezione per la ripartizione del Fondo per il centocinquantesimo anniversario di Roma Capitale di cui all’art. 1, comma 377, legge 27 dicembre 2019, n. 160.

La domanda deve essere compilata ed inviata, a partire dalle ore 10:00 del 30 dicembre 2020, utilizzando esclusivamente l’apposita piattaforma telematica al seguente indirizzo: https://procedimenti.beniculturali.it/roma150.

I termini per la presentazione scadono alle ore 24 del 14 gennaio 2021.

Sono ammissibili al finanziamento i progetti volti a celebrare i 150 anni di Roma come Capitale d’Italia, presentati da associazioni senza scopo di lucro con sede in Italia e operative a Roma o provincia.

I progetti possono riguardare anche le tradizioni orali e immateriali di cui alla Convenzione per la salvaguardia del patrimonio culturale immateriale conclusa a Parigi il 17 ottobre 2003.

Tutte le informazioni relative a requisiti, modalità di presentazione e criteri di selezione dei progetti sono contenute nell’Avviso di selezione.

Le istruzioni per l’invio della domanda sono contenute nel Manuale per l’utilizzo della piattaforma.

Per chiarimenti sull’avviso di selezione è inoltre disponibile l’indirizzo email: 150romacapitale@beniculturali.it

L’avviso è pubblicato anche alla pagina: Bandi e avvisi

Documenti utili

FAQ Roma Capitale (5 gennaio 2021)

Manuale per utilizzo piattaforma (integrato il 7 gennaio 2022)

Avviso di selezione celebrazione 150 anni Roma Capitale

(ultimo aggiornamento: 7 gennaio 2021)

logo Sed - Centro per i servizi educativi MiBACT

Offerta Formativa Nazionale 2020-2021 dei Servizi educativi MiBACT

È online l’Offerta Formativa Nazionale 2020-2021 dei Servizi educativi MiBACT, consultabile sul sito del Centro per i servizi educativi.

Oltre 1200 percorsi, laboratori, incontri e corsi di aggiornamento, con modalità di svolgimento flessibili, sia in presenza che a distanza, a fronte dell’attuale emergenza sanitaria.

L’iniziativa, giunta all’ottava edizione, ha l’obiettivo di promuovere le attività di educazione al patrimonio proposte, a titolo gratuito, dalla Rete nazionale dei Servizi educativi.

L’Offerta è destinata al coinvolgimento ed alla partecipazione di tutti i pubblici, con particolare attenzione al mondo della scuola.

Banca dati dell’Offerta Nazionale dei Servizi educativi:

http://www.sed.beniculturali.it/index.php?it/467/of-2020-2021-banca-dati

documenti utili

Circolare DG-ERIC n.14/2020

 

immagine generica di libri

Disciplina per contributi per convegni e pubblicazioni

La Direzione generale Educazione, ricerca e istituti culturali del MiBACT pubblica con circolare la disciplina della concessione dei contributi finalizzati alla organizzazione di convegni e alla pubblicazione di volumi di rilevante interesse culturale promossi o organizzati da associazioni, fondazioni ed altri organismi senza scopo di lucro.

Sono ammessi a presentare domanda di concessione di contributi per convegni e pubblicazioni di rilevante interesse culturale, da realizzarsi entro l’anno in cui il contributo è richiesto, associazioni, fondazioni ed altri organismi senza fini di lucro, dotati di personalità giuridica.

Le modalità di presentazione della domanda, di valutazione delle domande e i criteri di assegnazione del contributo per convegni e pubblicazioni sono contenuti nella circolare della Direzione generale Educazione, ricerca e istituti culturali n.16/2020.

A decorrere dall’anno 2021, la domanda di concessione dei contributi per convegni e pubblicazioni può essere presentata dal 2 al 31 gennaio di ciascun anno, esclusivamente in modalità elettronica mediante apposita piattaforma informatica disponibile al link: www.istitutidgeric.beniculturali.it.

Qualora i predetti termini cadano in un giorno festivo, questi sono differiti al primo giorno non festivo immediatamente successivo.

La presente Circolare abroga e sostituisce la Circolare 27 dicembre 2012, n.108 (Gazzetta Ufficiale 8 gennaio 2013) recante “Contributi per convegni e pubblicazioni di rilevante interesse culturale promossi o organizzati da istituti, associazioni, fondazioni ed altri organismi senza scopo di lucro”.

Documenti utili

Circolare DG-ERIC n.16/2020 (convegni e pubblicazioni)

FAQ circolare n. 16-2020 (pubblicate il 19 gennaio 2021)

Icona Mail

Norme di ammissione contributi annuali agli istituti culturali

La Direzione generale Educazione, ricerca e istituti culturali del MiBACT pubblica con circolare le Norme per l’ammissione ai contributi statali annuali previsti dall’articolo 8 della legge 17 ottobre 1996, n. 534 “Nuove norme per l’erogazione di contributi statali alle istituzioni culturali”.

Sono ammessi a presentare domanda di contributo gli istituti culturali in possesso dei seguenti requisiti (indicati all’art. 8 della legge 17 ottobre 1996, n. 534, pubblicata nella Gazzetta Ufficiale del 22 ottobre 1996, n. 248):

  • siano stati istituiti con legge dello Stato e svolgano compiti stabiliti dalla stessa legge, oppure siano in possesso della personalità giuridica e svolgano la loro attività da almeno un triennio;
  • prestino rilevanti servizi in campo culturale;
  • promuovano e svolgano attività di ricerca, di organizzazione culturale e di produzione editoriale a carattere scientifico;
  • svolgano la propria attività sulla base di un programma almeno triennale e dispongano di attrezzature idonee per la sua realizzazione.

Le modalità di presentazione della domanda, di valutazione delle domande e i criteri di assegnazione del contributo sono contenuti nella circolare della Direzione generale Educazione, ricerca e istituti culturali n.15/2020.

In sede di prima applicazione della presente circolare, limitatamente all’anno 2021, la domanda è presentata dall’1 al 31 marzo 2021. A decorrere dall’anno 2022, la domanda di concessione dei contributi è presentata dal 2 al 31 gennaio di ciascun anno.

La presente Circolare abroga e sostituisce la circolare del Ministero per i beni e le attività culturali e per il turismo del 27 dicembre 2012, n. 107.

Documenti utili

Circolare DG-ERIC n.15-2020 contributi annuali

Immagine che contiene testo: Portale dei corsi MiBACT Direzione generale Educazione ricerca e istituti culturali

Corsi di formazione organizzati dagli Istituti MIBACT – iter procedurale

La Direzione Generale Educazione, Ricerca e Istituti Culturali autorizza e valuta, sentite le Direzioni generali centrali competenti, le attività formative svolte dalle strutture centrali e periferiche del Ministero e autorizza le iniziative di formazione svolte da altri soggetti pubblici o da soggetti privati che prevedano attività formative svolte presso o in collaborazione con gli uffici centrali e periferici del Ministero (art. 15 comma 2, lett. b e f del D.P.C.M. 169/2019).

A partire dal mese di gennaio 2021, l’iter procedurale di iscrizione-autorizzazione-attestazione di tutte le attività formativa rivolta al personale MiBACT si svolgerà mediante il ricorso all’uso del Portale dei corsi, strumento di gestione già in uso per i corsi di formazione organizzati dalla Direzione generale, secondo le indicazioni fornite nella circolare DG-ERIC n.17 del 21 dicembre 2020.

Per richieste di informazioni relative all’iter procedurale e all’uso del Portale dei corsi scrivere a: dg-eric.formazione@beniculturali.it

Per assistenza tecnico/informatica relativa al Portale dei corsi la mail di riferimento è: procedimenti@beniculturali.it

Documenti utili

Circolare n.17/2020 (Corsi di formazione organizzati dagli Istituti MIBACT – indicazioni e nuovo iter procedurale)

Immagine con testo. Fondo giovani per la cultura - avviso di selezione per tirocini formativi

Titoli di partecipazione avviso di selezione – Chiarimento

Titoli di partecipazione all’Avviso Pubblico Fondo giovani per la cultura”, di cui all’articolo 24, comma 4, del decreto-legge 14 agosto 2020, n. 104 – Chiarimento

I titoli per poter accedere alla domanda sono esclusivamente quelli indicati dall’articolo 2 dell’Avviso Pubblico.

È possibile inviare domanda di partecipazione con titolo di studio  differente da quelli indicati nell’articolo 2 comma 1 dell’Avviso Pubblico qualora:

  • il candidato abbia conseguito l’ulteriore diploma delle scuole di alta formazione e di studio che operano presso la Scuola di specializzazione in beni archivistici e librari o presso le Scuole di archivistica, paleografia e diplomatica del Ministero per i beni e le attività culturali e per il turismo istituite presso gli archivi di Stato;
  • É altresì consentita la partecipazione ai possessori di titoli di studio conseguiti all’estero o di titoli esteri conseguiti in Italia con votazione corrispondente ad almeno 105/110, riconosciuti equipollenti, secondo la vigente normativa, a uno dei titoli di cui al comma 1 ai fini della partecipazione ai pubblici concorsi.
Il presente avviso è pubblicato anche alla pagina: Bandi e avvisi

10 milioni di euro per l’educazione musicale di minori di 16 anni

È online l’avviso pubblico del MiBACT, di concerto con il Ministero dell’economia e finanze e il Ministero dell’istruzione, relativo all’erogazione di contributi per l’educazione musicale di minori di 16 anni, prevista dal cosiddetto decreto Rilancio.

Per l’anno 2020, il contributo è riconosciuto per le spese sostenute per la frequenza delle lezioni di musica dei figli minori di anni sedici già iscritti alla data del 23 febbraio 2020 a scuole di musica iscritte nei relativi registri regionali o per la frequenza di cori, bande e scuole di musica riconosciuti da una pubblica amministrazione.

Potranno richiedere il contributo i nuclei familiari con ISEE (indicatore della situazione economica equivalente) fino a 30.000 euro.

Il contributo può essere richiesto per una sola volta da ciascun nucleo familiare, a condizione che la spesa sia effettuata con versamento bancario o postale o mediante altri sistemi di pagamento diversi dal contante (previsti dall’articolo 23 del decreto legislativo 9 luglio 1997, n. 241).

L’importo del contributo è di 200 euro per ciascun beneficiario, seguendo l’ordine cronologico di presentazione delle domande e fino a esaurimento dell’importo stanziato di 10 milioni di euro per l’anno 2020.

Tutte le informazioni relative alla presentazione delle domande e all’erogazione dei contributi sono contenute nell’Avviso pubblico disponibile anche alla pagina Bandi e avvisi.

La domanda di partecipazione deve essere compilata ed inviata esclusivamente in via telematica a partire dal 15 marzo 2021 ed entro le ore 12 del 15 aprile 2021, a pena di esclusione, utilizzando la specifica applicazione informatica che sarà resa disponibile sul sito internet www.beniculturali.it e di questa Direzione generale www.dger.beniculturali.it seguendo le relative istruzioni fornite dal sistema informatico.

Documenti utili

Avviso pubblico

FAQ