Formazione

Università Tuscia: Dottorato di Ricerca in Scienze storiche e dei beni culturali

La Direzione generale Educazione, ricerca e istituti culturali ha stipulato una convenzione con l’Università degli Studi della Tuscia per la riserva di un posto dedicato ai dipendenti del Ministero della cultura per la frequenza del corso di Dottorato di Ricerca in Scienze storiche e dei beni culturali.

Il bando di Dottorato e le relative informazioni sono consultabili sul sito dell’Università all’indirizzo:

http://www.unitus.it/it/unitus/post-lauream1/articolo/bando-di-concorso-xxxviii-ciclo

Requisiti di ammissione

Possono accedere al dottorato, senza limitazioni di età e cittadinanza, coloro che alla data del 31 ottobre 2022 siano in possesso di uno dei seguenti titoli di studio:

  • laurea di ordinamento ante DM 509/99 (c.d. vecchio ordinamento)
  • laurea specialistica e/o magistrale (ordinamenti DM 509/99 o DM 270/2004)
  • titoli accademici di secondo livello rilasciati da istituzioni facenti parte del comparto AFAM (Alta Formazione Artistica e Musicale)
  • analogo titolo accademico conseguito all’estero preventivamente riconosciuto idoneo.

Coloro che conseguiranno la laurea tra la data di presentazione della domanda e il 31 ottobre 2022 saranno ammessi con riserva fino al conseguimento del titolo.

Un posto, senza borsa, è riservato a dipendenti del MiC in possesso dei requisiti e autorizzati dal Dirigente dell’Ufficio di appartenenza.

Scadenza per l’invio delle domande: 26 agosto 2022 ore 14:00.

Documenti utili

Circolare DGERIC n.28/2022

Convenzione DGERIC – Università degli Studi della Tuscia 31/05/2022

Bando di concorso per Dottorato nazionale in Heritage Science (PhD-HS)

L’Università Sapienza di Roma ha pubblicato il bando di concorso di ammissione al dottorato nazionale in Heritage Science (scienze del patrimonio).

Il dottorato in Heritage Science (PhD-HS) ha l’obiettivo formare una nuova generazione di ricercatori e professionisti operanti nel settore del patrimonio culturale, in grado di collaborare e competere nei contesti delle più prestigiose iniziative europee e internazionali.

Si articola in 11 curricula interdisciplinari nel settore del patrimonio culturale. I temi del dottorato spaziano dall’archeologia all’intelligenza artificiale, dalla storia dell’arte alla fisica applicata allo studio della materia, dalla museologia alle scienze ambientali.

Il PhD-HS vede il coinvolgimento del Ministero della Cultura tramite il coordinamento della Direzione generale Educazione, ricerca e istituti culturali. Il dottorato prevede anche un periodo di studio e ricerca in imprese, pubbliche amministrazioni o centri di ricerca, inclusi gli Istituti centrali e periferici del Ministero della cultura da un minimo di sei mesi a un massimo di dodici mesi.

Sono previsti 91 posti coperti da borse di studio. Sono ammessi al concorso coloro che, entro il 31 ottobre 2022, abbiano conseguito la laurea magistrale/specialistica (o di vecchio ordinamento) oppure un titolo estero equivalente.

Il dottorato prevede, la possibilità – per coloro che fossero in attesa di conseguire la laurea entro il 31 ottobre 2022, di perfezionare l’immatricolazione non appena conseguito il titolo richiesto.

Le domande di partecipazione al concorso vanno presentate inderogabilmente entro le entro le ore 14:00 (ora locale) del 25 agosto 2022.

Per maggiori informazioni: https://phd.uniroma1.it/web/DOTTORATO-NAZIONALE-IN-HERITAGE-SCIENCE_nD3864_IT.aspx

Per scaricare il bando: https://www.uniroma1.it/sites/default/files/field_file_allegati/bando_hs_web_0.pdf

Bando di concorso Istituto per la Storia del Risorgimento Italiano

Si segnala che l’Istituto per la storia del Risorgimento italiano (ISRI) presso il quale è istituita la Scuola del Risorgimento, ha bandito il concorso a tre borse di studio annuali dell’importo di € 15.000,00 lordi ciascuna per dottori di ricerca in discipline storiche, per lo svolgimento di ricerche sul Risorgimento e sull’Ottocento. Le borse sono eventualmente rinnovabili per la successiva annualità.
Le domande dovranno pervenire all’Istituto dal 22 agosto al 23 settembre 2022 ore 12. Tutte le informazioni su requisiti e modalità di presentazione delle domande sono contenute nel bando di concorso.
Il bando è disponibile sul sito dell’Istituto: http://www.risorgimento.it/

Bando di concorso Scuola di Alta Formazione ICPAL a.a. 2022/2023

È online il bando di concorso per l’ammissione al corso della Scuola di Alta Formazione e Studio dell’Istituto centrale per la patologia degli archivi e del libro per aspiranti allievi restauratori di beni culturali per l’anno accademico 2022/2023.

Il corso, di durata quinquennale, è equiparato alla Laurea magistrale in Conservazione e restauro dei beni culturali (LMR/02) e abilita alla professione di Restauratore di beni culturali.

Il corso riguarda il Percorso Formativo Professionalizzante 5:

  • Materiale librario e archivistico
  • Manufatti cartacei e pergamenacei
  • Materiale fotografico, cinematografico e digitale

Il bando è volto all’ammissione di 5 allievi.

La scadenza per la presentazione delle domande è prevista per il 21 agosto 2022.

Maggiori informazioni

Consulta il bando e suoi allegati alla pagina del sito ICPAL

https://www.saf-icpal.beniculturali.it/bando-di-ammissione-saf-a-a-2022-2023/

Il bando è pubblicato anche su Gazzetta Ufficiale

Transizione verde e patrimonio culturale: Bauhaus e STiCH-Sustainability

Il Grant Office per i finanziamenti europei del Ministero della Cultura, in collaborazione con il Grant Office del Consiglio Nazionale delle Ricerche-Istituto di Scienze del Patrimonio Culturale, organizza  il 20 luglio 2022 alle ore 11.30 il webinar online dal titolo “TRANSIZIONE VERDE E PATRIMONIO CULTURALE: il nuovo Bauhaus europeo e il progetto STiCH-Sustainability Tools in Cultural Heritage”.

Per partecipare al webinar è necessario registrarsi entro e non oltre il 18 luglio 2022 al seguente link: https://bit.ly/3NZYbPy .

Sono disponibili ulteriori informazioni nel documento allegato e sulla pagina web dedicata.

 

Per maggiori informazioni

Programma

 

Avviso: segnalazione modifiche e implementazione del Portale dei corsi MiC

Si avvisano gli utenti che, oltre al cambio dominio di posta da “beniculturali.it” a “cultura.gov.it”(dg-eric.formazione@cultura.gov.it), sono state apportate le seguenti modifiche al Portale dei Corsi MiC:

  • implementazione degli Identity Provider per l’autenticazione con SPID, CIE e EIDAS (solo per gli utenti esterni)
  • upgrade della piattaforma architetturale e tecnologica ai fini del miglioramento dell’accessibilità al Portale del corsi. In particolare, tutte le funzioni si trovano ora in una banda laterale, non è pertanto più necessario cliccare su “procedi” per visualizzarle.

Le risposte a domande frequenti sul sito istituzionale di questa Direzione Generale verranno aggiornate a breve.

Sicurezza del Patrimonio Culturale – Riapertura termini per test finale

Si comunica che per tutti i discenti che hanno concluso l’intero ciclo dei moduli di approfondimento tematico Sicurezza del patrimonio culturale entro la data del 15 giugno 2022, così come previsto dalla circolare DGERIC n. 27/2021, sono riaperti i termini di espletamento del test finale da martedì 5 luglio a venerdì 19 luglio 2022. Il test è necessario ai fini dell’acquisizione dell’attestato e dei relativi CFC.

Si precisa, inoltre, che il test è rivolto esclusivamente a coloro che abbiano completato la fruizione del ciclo di appuntamenti (attualmente chiusi) e che non abbiano completato con successo il test entro i termini precedentemente stabiliti.

Documenti

Circolare DG-ERIC del 5 ottobre 2021, n, 27 DG Sicurezza Moduli tematici

DG-SPC – PROGRAMMA COMPLESSIVO live+ondemand

Vademecum Piattaforma FAD 2

Avviso riapertura iscrizioni corso Amministrare il patrimonio

Si segnala la riapertura delle iscrizioni del percorso formativo Amministrare il Patrimonio, sui temi amministrativo-contabili, a partire dal 4 luglio 2022. 

Per maggiori informazioni consultare la pagina dedicata al corso: https://dger.beniculturali.it/rambo_project/amministrare-il-patrimonio/

Valore PA. Avviso INPS alle Pubbliche Amministrazioni per l’anno 2022

L’INPS – Istituto Nazionale Previdenza Sociale ha pubblicato l’avviso relativo al progetto “Valore PA” per i corsi di formazione 2022.

Il progetto “Valore PA” consente alle Pubbliche Amministrazioni l’adesione ad iniziative formative, da attivarsi per l’anno in corso entro il 31/12/2022, individuate dall’INPS all’esito di un procedimento di selezione.

I corsi sono rivolti ai dipendenti pubblici che hanno necessità di approfondire le proprie conoscenze in specifiche tematiche riguardanti la Pubblica Amministrazione.

Gli Istituti del MiC che intendono aderire al Progetto “Valore PA”, possono esprimere i propri fabbisogni formativi rispetto all’Area tematica del “Comparto Amministrativo” che comprende cinque direttrici di sviluppo della PA:

  • Semplificazione;
  • Trasparenza/Partecipazione;
  • Internazionalizzazione della PA;
  • Efficienza;
  • Economicità. 

Gli Istituti del MiC potranno aderire al progetto entro il 24 giugno 2022, accedendo al sistema e convalidando i dati del proprio referente.
Gli Istituti che hanno aderito alle edizioni precedenti di “Valore PA” risulteranno già abilitati all’accesso alla nuova procedura. Gli altri, invece, dovranno richiedere l’abilitazione ai servizi telematici compilando il modulo RA013 “Richiesta di abilitazione ai servizi telematici – Gestione Dipendenti Pubblici: Benefici sociali” e inviandolo alla Direzione regionale/Direzione di Coordinamento metropolitano di competenza.

Il modulo è scaricabile dal sito https://www.inps.it/

Per tutte le informazioni sul progetto e sulle modalità di adesione si rimanda al sito dell’INPS. L’avviso è pubblicato al seguente indirizzo: https://www.inps.it/Welfare/

Per eventuali ulteriori indicazioni scrivere all’indirizzo: http://dg-eric.formazione@beniculturali.it.

Circolare DG-ERIC del 16 giugno 2022, n. 24 (corsi VALORE PA 2022)

 

 

Avviso bandi di concorso ICR e OPD anno accademico 2022/2023

Si segnala la pubblicazione dei bandi di concorso presso le Scuole di Alta Formazione e studio dell’ Istituto centrale per il restauro – ICR e dell’ Opificio delle pietre dure – OPD  rivolti agli aspiranti allievi restauratori dell’anno accademico 2022/2023.

 

Bando di concorso Istituto centrale per il restauro – ICR – per le sedi di Roma e Matera

Il bando concorso pubblico, per esami, è volto all’ammissione di venticinque allievi al 73° Corso di diploma di durata quinquennale, equiparato alla Laurea magistrale a ciclo unico, in conservazione e restauro dei beni culturali (LMR/02), abilitante alla professione di restauratore di beni culturali nelle sedi di Roma e di Matera. I percorsi formativi professionalizzanti sono i seguenti:

  • PFP 1 – Materiali lapidei e derivati; superfici decorate dell’architettura”: 10 posti presso la sede di Matera;
  • PFP 2 – Manufatti dipinti su supporto ligneo e tessile; manufatti scolpiti in legno; arredi e strutture lignee; manufatti e materiali sintetici lavorati, assemblati e/o dipinti”: 10 posti presso la sede di Roma;
  • PFP 4 – Materiali e manufatti ceramici, vitrei, organici; materiali e manufatti in metallo e leghe”: 5 posti presso la sede di Roma.

Bando e modulo per ammissione

Scadenza: 13 luglio 2022

Per maggiori informazioni consulta la pagina del sito ICR

 

Bando di concorso Opificio delle pietre dure – OPD

Il bando di concorso pubblico, per esami, è finalizzato all’ammissione di cinque allievi al 34° Corso quinquennale della Scuola di alta formazione e di studio, nel seguente percorso formativo professionalizzante:

  • PFP 4- Materiali e manufatti ceramici, vitrei, organici. Materiali e manufatti in metallo e leghe: cinque posti presso la sede di Firenze.

Bando

Modulo per ammissione

Scadenza: 12 giugno 2022

Per maggiori informazioni consulta la pagina del sito OPD