Professioni

Avviso: nuova procedura di riconoscimento qualifiche estere

È attiva la nuova procedura elettronica per l’invio delle domande di riconoscimento delle qualifiche professionali di Restauratore di beni culturali e di Tecnico del restauro di beni culturali. La procedura riguarda esclusivamente le qualifiche già conseguite all’estero da cittadini comunitari o extracomunitari che intendono svolgere l’attività lavorativa in Italia.

Il Ministero della cultura – Direzione generale Educazione, ricerca e istituti culturali è l’autorità italiana competente per il riconoscimento di queste qualifiche.

Sul portale Professionisti dei Beni Culturali nella sezione Riconoscimento qualifiche estere sono disponibili, in italiano e in inglese, tutte le informazioni per la compilazione e l’invio dei seguenti moduli:

  • Domanda di riconoscimento qualifica di Restauratore/Tecnico del restauro di beni culturali UE
  • Domanda di riconoscimento qualifica di Restauratore/Tecnico del restauro di beni culturali extra UE
  • Dichiarazione preventiva per la libera prestazione di servizi

Il procedimento di riconoscimento della qualifica si conclude entro quattro mesi dalla ricezione della domanda completa di documentazione mediante:

  • accoglimento della domanda tramite apposito decreto;
  • accoglimento della domanda previo superamento di misure compensative (es. prova attitudinale o tirocinio di adattamento) quando esistono differenze sostanziali nella durata o nelle materie relative alla formazione posseduta rispetto a quella italiana;
  • respingimento della domanda quando esistono differenze nella formazione non colmabili o in mancanza dei requisiti previsti.

La nuova procedura per via elettronica, prevista dall’art. 57 bis della direttiva 2005/36/CE, semplifica la procedura di riconoscimento della qualifica del professionista.

IMPORTANTE: la Direzione generale è competente al riconoscimento delle qualifiche professionali nell’ambito del restauro già possedute all’estero. Le procedure di equipollenza/equivalenza/corrispondenza dei titoli di studio sono di competenza del Ministero dell’istruzione per i diplomi di scuola secondaria superiore, del Ministero dell’università e della ricerca per i titoli accademici.

Per informazioni sulla procedura scrivi esclusivamente all’indirizzo: restauratori@beniculturali.it

Per assistenza tecnica compila il modulo: Contatti

 

Elenco dei tecnici del restauro di beni culturali sul portale dei professionisti

L’elenco dei tecnici del restauro di beni culturali e la procedura per la richiesta di inserimento in elenco sono da oggi 10 marzo 2021 disponibili sul portale dedicato ai Professionisti dei Beni Culturali.

L’elenco comprende i professionisti:

  • presenti nell’elenco pubblicato all’esito del bando per l’acquisizione della qualifica di collaboratore restauratore previsto dalle disposizioni transitorie dell’art.182 del d.lgs 42/2004 (Codice dei beni culturali e del paesaggio);
  • in possesso della qualifica di “Tecnico del restauro di beni culturali” conseguita presso i corsi di formazione professionale della durata di tre anni per un totale di almeno 2700 ore autorizzati dalle Regioni o dalle Province Autonome di Trento e Bolzano in base all’accordo Stato-Regioni del 2012;
  • in possesso di qualifica estera riconosciuta in Italia a seguito di decreto della Direzione generale Educazione, ricerca e istituti culturali.

L’elenco e il modulo di iscrizione non saranno più disponibili a partire da oggi alla pagina: https://web.beniculturali.it/?p=48

Principali novità 

La nuova release del portale consente di effettuare ricerche all’interno dell’elenco per: Nome, Cognome, Codice fiscale, Regione di attività.

Tutti i tecnici del restauro di beni culturali confluiscono nell’elenco solo con Nome, Cognome.

Tramite registrazione al portale, la piattaforma offre una serie di funzionalità:

  • esprimere il consenso alla pubblicazione del Codice fiscale;
  • registrare e pubblicare il proprio indirizzo e-mail;
  • indicare le Regioni in cui l’attività professionale viene svolta;
  • scaricare un attestato di inserimento in elenco;
  • richiedere la cancellazione dei propri dati ai sensi dell’art.17 del GDPR.

Gli strumenti a disposizione sul portale semplificano la verifica del possesso della qualifica del professionista da parte dei soggetti interessati, le ricerche dei professionisti e l’aggiornamento dei dati da parte dei professionisti.

Aggiornamento dell’elenco

L’elenco è aggiornato progressivamente:

  • con l’inserimento di coloro che hanno conseguito la qualifica professionale di “Tecnico del restauro di beni culturali”*, a seguito di richiesta degli interessati e di verifica della qualifica posseduta;
  • all’esito del riconoscimento di qualifica estera con apposito decreto della Direzione.

*IMPORTANTE: si ricorda che l’unico percorso formativo che dà accesso alla qualifica è stato stabilito dall’Accordo Stato-Regioni del 25 luglio 2012 per la definizione dello “Standard formativo e professionale del Tecnico del restauro di cui dell’art. 2, comma 2 del dm 26 maggio 2009, n. 86”. Al termine del corso è rilasciata la qualifica di ‘Tecnico del restauro di beni culturali’ ai sensi del D.M. n.86/2009.

Per informazioni sulla qualifica scrivi esclusivamente all’indirizzo: tecnicirestauratori@beniculturali.it

Per assistenza tecnica compila il modulo: Contatti

Aggiornamento elenco tecnici del restauro del 23 febbraio 2021

L’elenco dei tecnici del restauro di beni culturali è aggiornato a seguito della verifica delle domande pervenute fino al 22 febbraio 2021.

Si ricorda che l’unico percorso formativo che dà accesso alla qualifica è stato stabilito dall’Accordo Stato-Regioni del 25 luglio 2012 per la definizione dello “Standard formativo e professionale del Tecnico del restauro di cui dell’art. 2, comma 2 del dm 26 maggio 2009, n. 86”.

I corsi autorizzati dalle Regioni e dalle Province Autonome di Trento e Bolzano, direttamente o tramite soggetti accreditati, sono triennali per una durata totale di almeno 2700 ore.

Al termine del corso è rilasciata la qualifica di ‘Tecnico del restauro di beni culturali’ ai sensi del D.M. n.86/2009.

L’elenco completo dei tecnici del restauro è attualmente consultabile all’indirizzo:

https://web.beniculturali.it/?p=48

L’aggiornamento avviene periodicamente.

Per richieste di informazioni utilizzare l’indirizzo di posta elettronica dedicato: tecnicirestauratori@beniculturali.it

Documenti utili

Decreto DG-ERIC n. 44 del 23 febbraio 2021

Restauratori di beni culturali: l’elenco unico nel portale dei Professionisti

L’elenco unico dei restauratori di beni culturali è pubblicato da oggi sul portale dedicato ai Professionisti di beni culturali, all’interno della nuova sezione professioni regolamentate.

L’elenco comprende i professionisti:

  • presenti nell’elenco pubblicato all’esito del bando per l’acquisizione della qualifica di Restauratore di beni culturali previsto dalle disposizioni transitorie dell’art.182 del d.lgs 42/2004 (Codice dei beni culturali e del paesaggio);
  • in possesso di diploma conseguito presso i corsi abilitanti all’esercizio della professione di Restauratore di beni culturali;
  • in possesso di qualifica estera riconosciuta in Italia a seguito di apposito decreto della Direzione generale Educazione, ricerca e istituti culturali del MiBACT;

Principali novità 

La nuova release del portale consente di effettuare ricerche all’interno dell’elenco dei restauratori per: Nome, Cognome, Codice fiscale, settori di competenza professionale (12 in tutto), Regione di attività.

La registrazione alla piattaforma in qualità di restauratore offre inoltre una serie di funzionalità:

  • esprimere il consenso alla pubblicazione del Codice fiscale;
  • registrare e pubblicare il proprio indirizzo e-mail;
  • indicare le Regioni in cui l’attività professionale viene svolta;
  • scaricare un attestato di iscrizione all’elenco;
  • richiedere la cancellazione dei propri dati ai sensi dell’art.17 del GDPR.

Gli strumenti a disposizione sul portale semplificano quindi la verifica del possesso della qualifica del professionista da parte dei soggetti interessati, le ricerche dei professionisti nell’ambito di specifici settori di competenza professionale e l’aggiornamento dei dati da parte dei professionisti.

Aggiornamento dell’elenco

L’elenco è aggiornato progressivamente:

  • con l’inserimento dei nuovi diplomati abilitati all’esercizio della professione di Restauratore di beni culturali, a seguito di comunicazione da parte degli istituti formativi accreditati;
  • all’esito del riconoscimento di qualifica estera con apposito decreto.

IMPORTANTE: per i restauratori la registrazione al portale è consentita unicamente a coloro che siano già presenti in elenco.

Ulteriori novità

Il portale dei professionisti accoglierà nei prossimi mesi ulteriori implementazioni:

  • gestione dell’elenco dei tecnici del restauro di beni culturali, ora disponibile all’indirizzo: https://web.beniculturali.it/?p=48, e relative domande di inserimento.
  • gestione in modalità totalmente online delle domande di riconoscimento delle qualifiche estere di restauratore e tecnico del restauro di beni culturali.

Per informazioni scrivi al seguente indirizzo: restauratori@beniculturali.it

Per assistenza tecnica compila il modulo: Contatti

FAQ – risposte a domande frequenti (aggiornate il 22 febbraio 2021)

Guida alle professioni dei beni culturali individuate dal Codice (art. 9bis)

La Guida alle professioni dei beni culturali individuate dall’art. 9 bis del Codice dei Beni Culturali e del Paesaggio è uno strumento utile per chi vuole avere informazioni sulle professioni dei beni culturali, per chi cerca un professionista che possa intervenire sui beni culturali e per gli stessi professionisti.

La guida riguarda esclusivamente le professioni inserite nel Codice dei beni e delle attività culturali e del paesaggio (art.9bis):

  • Antropologo fisico
  • Archeologo
  • Archivista
  • Bibliotecario
  • Demoetnoantropologo
  • Esperto di diagnostica e di scienze e tecnologia applicate ai beni culturali
  • Storico dell’arte
  • Restauratore di beni culturali
  • Tecnico del restauro di beni culturali

Tra gli argomenti trattati: la differenza tra professione regolamentata e non, gli elenchi nazionali dei professionisti competenti ad eseguire interventi sui beni culturali e la piattaforma digitale dedicata, il ruolo delle associazioni di categoria, il riconoscimento delle qualifiche estere nel settore del restauro.

La Guida è stata realizzata nell’ambito del progetto di miglioramento della qualità dei servizi resi all’utenza 2020 dal MiBACT-Direzione generale Educazione, ricerca e istituti culturali, Servizio I- Ufficio Studi.

Guida alle professioni dei beni culturali individuate dall’art. 9 bis del Codice dei Beni Culturali e del Paesaggio (PDF)

Tecnici del restauro di beni culturali aggiornamento 10 dicembre 2020

L’elenco dei tecnici del restauro di beni culturali è aggiornato a seguito della verifica delle domande pervenute fino al 10 dicembre 2020.

Si ricorda che l’unico percorso formativo che dà accesso alla qualifica è stato stabilito dall’Accordo Stato-Regioni del 25 luglio 2012 per la definizione dello “Standard formativo e professionale del Tecnico del restauro di cui dell’art. 2, comma 2 del dm 26 maggio 2009, n. 86”.

I corsi autorizzati dalle Regioni e dalle Province Autonome di Trento e Bolzano, direttamente o tramite soggetti accreditati, sono triennali per una durata totale di almeno 2700 ore.

Al termine del corso è rilasciata la qualifica di ‘Tecnico del restauro di beni culturali’ ai sensi del D.M. n.86/2009.

L’elenco completo dei tecnici del restauro è attualmente consultabile all’indirizzo:

https://web.beniculturali.it/?p=48

L’aggiornamento avviene periodicamente.

Per richieste di informazioni utilizzare l’indirizzo di posta elettronica dedicato: tecnicirestauratori@beniculturali.it

Documenti utili

Decreto DGERIC n. 216 del 10 Dicembre 2020

 

Tecnici del restauro di beni culturali aggiornamento 29 settembre 2020

L’elenco dei tecnici del restauro di beni culturali è aggiornato a seguito della verifica delle domande pervenute fino al 28 settembre 2020.

Si ricorda che l’unico percorso formativo che dà accesso alla qualifica è stato stabilito dall’Accordo Stato-Regioni del 25 luglio 2012 per la definizione dello “Standard formativo e professionale del Tecnico del restauro di cui dell’art. 2, comma 2 del dm 26 maggio 2009, n. 86”.

I corsi autorizzati dalle Regioni e dalle Province Autonome di Trento e Bolzano, direttamente o tramite soggetti accreditati, sono triennali per una durata totale di almeno 2700 ore.

Al termine del corso è rilasciata la qualifica di ‘Tecnico del restauro di beni culturali’ ai sensi del D.M. n.86/2009.

L’elenco completo dei tecnici del restauro è consultabile all’indirizzo:

https://web.beniculturali.it/?p=48

L’aggiornamento avviene periodicamente.

Per richieste di informazioni utilizzare l’indirizzo di posta elettronica dedicato: tecnicirestauratori@beniculturali.it

Documenti utili

DDG n. 102 del 29 settembre 2020

 

 

Tecnici del restauro di beni culturali aggiornamento 9 luglio 2020

Tecnici del restauro di beni culturali aggiornamento 3 aprile 2020

Operatori abilitati all’archeologia preventiva – avviso pubblico