Restauratori

Il MiC al convegno [Re]integration di EAA

Il MiC prenderà parte alla 28esima edizione del convegno [Re]integration di EAA “European Association of Archaeologists”, che si svolgerà a Budapest dal 31 agosto al 3 settembre 2022.

L’edizione 2022, articolata in incontri, tavole rotonde e workshop, sarà incentrata sulle seguenti tematiche:

  1. Archaeologists and Archaeology Here and Now;
  2. [Re]integration;
  3. The Carpathian Basin: Integration, Mobility and Diversity;
  4. Polis, Empire, League and Beyond – Living in Interconnected Societies;
  5. Climate Change and Socioenvironmental Perspectives;
  6. A Decade after the ‘Third Science Revolution in Archaeology’.

In particolare, la Direzione generale Educazione, ricerca e istituti culturali, presenzierà le giornate di incontro con:

  • l’organizzazione della session #346Bringing roman coarse ware  to the point: the challenge of a common approach“, in collaborazione con German Archaeological Institute e l’Università degli Studi di Cassino e del Lazio Meridionale e la presentazione del contributo dal titolo “Roman coarse wares in Fabrateria Nova. An attempt of classification” in programma il 2 settembre 2022;
  • un intervento specifico dal titolo “Next generation Italia: Innovative doctorates for public administration and cultural heritage“, all’interno della session #275The role of archaeology (and archaeologists) in the Covid-19″ in programma il 3 settembre 2022.

Per maggiori informazioni

Consultare la pagina web di EAA 2022

Materiali utili

Programma session #346

Programma session #275

Bando di concorso Scuola di Alta Formazione ICPAL a.a. 2022/2023

È online il bando di concorso per l’ammissione al corso della Scuola di Alta Formazione e Studio dell’Istituto centrale per la patologia degli archivi e del libro per aspiranti allievi restauratori di beni culturali per l’anno accademico 2022/2023.

Il corso, di durata quinquennale, è equiparato alla Laurea magistrale in Conservazione e restauro dei beni culturali (LMR/02) e abilita alla professione di Restauratore di beni culturali.

Il corso riguarda il Percorso Formativo Professionalizzante 5:

  • Materiale librario e archivistico
  • Manufatti cartacei e pergamenacei
  • Materiale fotografico, cinematografico e digitale

Il bando è volto all’ammissione di 5 allievi.

La scadenza per la presentazione delle domande è prevista per il 21 agosto 2022.

Maggiori informazioni

Consulta il bando e suoi allegati alla pagina del sito ICPAL

https://www.saf-icpal.beniculturali.it/bando-di-ammissione-saf-a-a-2022-2023/

Il bando è pubblicato anche su Gazzetta Ufficiale

Avviso bandi di concorso ICR e OPD anno accademico 2022/2023

Si segnala la pubblicazione dei bandi di concorso presso le Scuole di Alta Formazione e studio dell’ Istituto centrale per il restauro – ICR e dell’ Opificio delle pietre dure – OPD  rivolti agli aspiranti allievi restauratori dell’anno accademico 2022/2023.

 

Bando di concorso Istituto centrale per il restauro – ICR – per le sedi di Roma e Matera

Il bando concorso pubblico, per esami, è volto all’ammissione di venticinque allievi al 73° Corso di diploma di durata quinquennale, equiparato alla Laurea magistrale a ciclo unico, in conservazione e restauro dei beni culturali (LMR/02), abilitante alla professione di restauratore di beni culturali nelle sedi di Roma e di Matera. I percorsi formativi professionalizzanti sono i seguenti:

  • PFP 1 – Materiali lapidei e derivati; superfici decorate dell’architettura”: 10 posti presso la sede di Matera;
  • PFP 2 – Manufatti dipinti su supporto ligneo e tessile; manufatti scolpiti in legno; arredi e strutture lignee; manufatti e materiali sintetici lavorati, assemblati e/o dipinti”: 10 posti presso la sede di Roma;
  • PFP 4 – Materiali e manufatti ceramici, vitrei, organici; materiali e manufatti in metallo e leghe”: 5 posti presso la sede di Roma.

Bando e modulo per ammissione

Scadenza: 13 luglio 2022

Per maggiori informazioni consulta la pagina del sito ICR

 

Bando di concorso Opificio delle pietre dure – OPD

Il bando di concorso pubblico, per esami, è finalizzato all’ammissione di cinque allievi al 34° Corso quinquennale della Scuola di alta formazione e di studio, nel seguente percorso formativo professionalizzante:

  • PFP 4- Materiali e manufatti ceramici, vitrei, organici. Materiali e manufatti in metallo e leghe: cinque posti presso la sede di Firenze.

Bando

Modulo per ammissione

Scadenza: 12 giugno 2022

Per maggiori informazioni consulta la pagina del sito OPD

Il MiC al Salone Internazionale del Restauro di Ferrara 8 – 10 giugno 2022

Il MiC aderisce alla XXVII edizione del Salone Internazionale del Restauro di Ferrara che si svolgerà dall’8 al 10 giugno 2022. Il MiC, presente in fiera con tre stand dedicati, proporrà per l’iniziativa un articolato programma di workshop e convegni.

La Direzione generale Educazione, ricerca e istituti culturali partecipa all’evento con il contributo:

Archeo-Cuba: restauro e sostenibilità ambientale – venerdì 10 giugno 2022 nel padiglione 3 all’interno della Sala A MiC, dalle 11:30 alle 12:30.

Abstract

Il progetto Archeo-Cuba, della durata di 36 mesi e finanziato dall’Agenzia Italiana per la Cooperazione e lo Sviluppo, è in linea con l’Agenda 2030 e intende offrire un approccio onnicomprensivo e inclusivo alla questione dello sviluppo urbano sostenibile a Cuba, a partire dal riconoscimento del patrimonio inteso nella sua più ampia accezione di materiale e immateriale, nella ricerca di strategie condivise di salvaguardia ambientale che identifichino e proteggano la stratificazione storica e l’equilibrio dei valori culturali e naturali negli ambienti urbani. 

I partner coinvolti nel progetto sono: Comune di San Felice Circeo (Ente capofila), Dipartimento Biologia Ambientale – Università Sapienza; Direzione generale Educazione, ricerca e istituti culturali del Ministero della cultura; Fondazione Scuola dei beni e delle attività culturali; Oficina del Conservador de la Ciudad de Matanzas (OCCM); Oficina del Historiador de la Ciudad de la Habana (OHcH).​ La Direzione Generale si occupa delle attività formative rivolte ai funzionari partner di progetto cubani (Oficinas), nell’ambito dello studio e conoscenza, prevenzione e protezione, sostenibilità ambientale e paesaggistica, applicazione di nuove tecnologie, nei siti naturali e archeologici individuati ad Avana e Matanzas.

In occasione delle giornate, presso gli stand del MiC, sarà distribuito anche il report DG-ERIC 2021; una sintesi delle principali attività svolte nel 2021 della Direzione generale.

Inoltre, la Direzione partecipa all’incontro Protocollo Historic Building® e fondi del PNNR per guidare il processo di valorizzazione del patrimonio storico testimoniale italiano – sala America, mercoledì 8 giugno, padiglione 5, ore 11.00-13.30, a cura di GBC – Green Building Council Italia e Assorestauro (Programma).

Il contributo degli Istituti centrali (ICR, OPD, ICPAL)

Si segnala, inoltre, l’adesione all’evento degli Istituti afferenti alla Direzione generale con le seguenti attività:

  • Istituto centrale per il restauro (ICR): convegno sul restauro archeologico e diversi incontri tecnici – programma
  • Opificio delle pietre dure (OPD): incontri e contributi – consulta il programma generale
  • Istituto centrale per la patologia degli archivi e del libro (ICPAL): incontri e laboratori – programma

Il Salone internazionale del restauro

Il Salone Internazionale del Restauro è una delle principali manifestazioni del settore del restauro nel panorama fieristico internazionale. Per tali ragioni, l’evento rappresenta un prezioso momento di incontro e di scambio per visitatori e addetti ai lavori sulle tematiche più attuali legate ai beni culturali e alla loro conservazione e fruizione.

I principali temi dell’edizione 2022 saranno: Economia, Conservazione, Tecnologie e Valorizzazione dei Beni Culturali e Ambientali. All’interno della manifestazione, oltre all’esposizione degli stand fieristici, sono in programma convegni, eventi, mostre, incontri con operatori italiani ed esteri. 

Il Salone Internazionale del Restauro è organizzato da Ferrara Fiere Congressi con il supporto del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale e Agenzia ICE ed in collaborazione con Assorestauro (Associazione italiana per il restauro architettonico, artistico e urbano).

Maggiori informazioni e modalità di partecipazione

Sito web: https://www.salonedelrestauro.com/

Pagina MiC:  https://cultura.gov.it/evento/restauro-salone-internazionale 

Programma completo MiC

 

Il Ministero della cultura al Salone dell’Arte e del Restauro di Firenze

Il Ministero della Cultura aderisce all’appuntamento dedicato al Salone dell’Arte e del Restauro di Firenze che si svolgerà dal 16 al 18 maggio 2022 presso il Palazzo della Borsa della Camera di Commercio.

L’evento fieristico, giunto alla sua ottava edizione, presenta un vasto programma di workshop e convegni. Gli interventi saranno a cura di oltre cento relatori, tra direttori, archeologi, restauratori, architetti, docenti ed esperti delle SAF.

Il Ministero della Cultura sarà presente con un interessante calendario di incontri, di cui si segnalano, in particolare, quelli dell’Istituto Centrale per la Patologia degli Archivi e del Libro (ICPAL), Opificio delle Pietre Dure (OPD) e dell’Istituto Centrale per il Restauro (ICR). Il restauro, eccellenza italiana nel mondo, sarà narrato nelle sue più diverse sfaccettature, dall’approfondimento metodologico alla ricerca applicata, dalla sperimentazione tecnologica alla formazione.

Per maggiori informazioni

Consultare il sito: https://www.salonerestaurofirenze.com/restauro/2022/

Programma MiC

In diretta sulla pagina Fb: https://www.facebook.com/salonerestaurofirenze

Open day di orientamento Scuole di Alta Formazione ICR e OPD

Le Scuole di Alta Formazione e studio dell’ Istituto centrale per il restauro e Opificio delle pietre dure organizzano degli incontri a porte aperte dedicati agli aspiranti allievi restauratori dell’anno accademico 2022/2023. Le giornate hanno lo scopo di presentare l’offerta formativa degli istituti, guidare gli interessati in un percorso di orientamento e illustrare le prove di ammissione delle rispettive scuole.

Open day ICR

L’ICR offre a tutti gli interessati due giornate di orientamento. La prima giornata di orientamento prevede un incontro online, incentrato sulla presentazione dei percorsi formativi mentre in occasione della seconda giornata, che si svolgerà in presenza, sarà possibile visitare i laboratori di restauro, interagire con studenti e docenti all’opera e ricevere preziosi consigli su come diventare restauratore di beni culturali.

Dettagli:

Pagina web open day ICR: http://www.icr.beniculturali.it/pagina.cfm?usz=4&uid=182&idnew=861

Open day Opificio delle Pietre Dure

L’Opificio delle Pietre Dure, invece, organizza due incontri a scelta per l’orientamento sulle attività della Scuola di Alta Formazione e studio dell’OPD che prevedono: l’illustrazione del Piano di Studi e delle prove di ammissione con i docenti del Corso PFP 4 «Materiali e manufatti ceramici, vitrei, organici. Materiali e manufatti in metallo e leghe».

Dettagli:

  • 11 maggio 2022;
  • 25 maggio 2022.

Gli incontri si svolgeranno presso la sede OPD di Firenze in Via Alfani, 78.

È richiesta la prenotazione via e-mail a: opd.saf@beniculturali.it, con l’indicazione del giorno scelto.

Pagina web open day OPD: http://www.opificiodellepietredure.it/index.php?it/21/news/814/open-days-safs-giornate-orientative-11-e-25-maggio-2022

 

Per maggiori informazioni

Locandina open day ICR
Locandina open day OPD

Immagine in evidenza: Istituto centrale per il restauro

Museo di Arte Contemporanea “Piscina Arte Aperta” Restauri in corso

Si è svolta il 18 marzo 2022, a Palazzo Chiablese a Torino, la conferenza stampa: Museo di Arte Contemporanea all’aperto Piscina Arte Aperta. Restauri in corso tra ricerca e formazione.

La Direzione Generale Educazione ricerca e istituti culturali, l’Istituto Centrale per il Restauro, la Soprintendenza Archeologia Belle Arti e Paesaggio per la Città metropolitana di Torino e il Comune di Piscina sono intervenuti sul progetto di ricerca e cantiere didattico multidisciplinare per la conservazione e il restauro di alcune opere del Museo di Arte Contemporanea all’aperto “Piscina Arte Aperta”.

Il restauro, avviato nel 2021 e attualmente in fase di sviluppo, ha visto la realizzazione di un innovativo cantiere pilota incentrato su tre opere d’arte inserite in un contesto urbano, che ambisce a diventare un punto di riferimento per stabilire delle linee guida in merito alla conservazione di opere d’arte contemporanea all’aperto. Inoltre, in parallelo agli interventi conservativi, sono state affiancate attività seminariali di carattere teorico-pratico, a sottolineare la valenza didattica e formativa dell’iniziativa nel suo complesso.

Nel corso della conferenza sono stati condivisi i risultati conseguiti nei mesi di giugno-luglio 2021 e sono state presentate le attività future da porre in continuità con gli interventi di conservazione effettuati ed inserendosi nell’ambito del rinnovato protocollo di collaborazione tra gli enti coinvolti nel progetto.

Il progetto prevede, infatti, la realizzazione della schedatura conservativa dell’intera collezione del museo e l’avvio di un programma conservativo a lungo termine, al fine di  coinvolgere i soggetti del territorio e gli allievi stessi dell’ICR.

Introduzione

Luisa Papotti, Soprintendente Archeologia Belle Arti e Paesaggio per la Città metropolitana di Torino

Interventi

Mario Turetta, Direttore Generale Educazione, Ricerca e Istituti Culturali
Alessandra Marino, Direttore Istituto Centrale per il Restauro
Alberto Anfossi, Segretario Generale Fondazione Compagnia di San Paolo
Gianpiero Leo, coordinatore Commissione Cultura Fondazione CRT
Gorgio Sobrà, Direttore della Scuola di Alta Formazione e Studio ICR – sede di Matera
Francesca Valentini e Paola Mezzadri, Ufficio Direzione Lavori ICR
Cristiano Favaro, sindaco del Comune di Piscina
Manuela Ghirardi, Coordinatrice del Museo di Arte Contemporanea all’Aperto – PISCINA ARTE APERTA

Per maggiori informazioni

Comunicato stampa

Protocollo d’intesa

Foto in evidenza: dettaglio dell’opera di Giorgio Griffa, “Tre segni”, 1995

2011-2021:10 anni di riforma dell’insegnamento del restauro

A partire da oggi 20 ottobre 2021 è disponibile per la fruizione on demand la registrazione del Convegno “2011-2021: dieci anni di riforma dell’insegnamento del restauro“.

Il convegno si è svolto il 1 ottobre 2021 presso l’Istituto centrale per la grafica e anche in diretta streaming. Promosso dalla Commissione tecnica per le attività istruttorie finalizzate all’accreditamento delle istituzioni formative e per la vigilanza sull’insegnamento del restauro; organizzato da: Ministero della cultura, Direzione generale Educazione, ricerca e istituti culturali; Ministero dell’Università e della Ricerca, Direzione Generale degli Ordinamenti della formazione superiore e del diritto allo studio; con la collaborazione dell’Istituto centrale per la grafica e la Fondazione Scuola dei beni e delle attività culturali.

Tutte le informazioni su finalità e programma del convegno sono disponibili alla pagina: https://dger.beniculturali.it/convegno-2011-2021-dieci-anni-di-riforma-dellinsegnamento-del-restauro/.

Modalità di fruizione on demand

Il convegno è disponibile, solo previa registrazione, su piattaforma FAD della Fondazione Scuola dei beni e delle attività culturali al link fad.fondazionescuolapatrimonio.it, selezionando l’attività dal catalogo presente nella HOME.

 

Restauratori di beni culturali: online i bandi di ammissione alle Scuole del MiC

IT/EN

Sono stati pubblicati i bandi di ammissione alle Scuole di Alta Formazione e studio del Ministero della cultura per Restauratori di beni culturali presso: Istituto centrale per il restauro, con sedi a Roma e a Matera, Istituto centrale per la patologia degli archivi e del libro di Roma e Opificio delle pietre dure di Firenze.

Sono tre i concorsi pubblici per l’ammissione per l’anno accademico 2021-2022 complessivamente di trenta allievi ai corsi di diploma di durata quinquennale, equiparati alla laurea magistrale a ciclo unico in conservazione e restauro dei beni culturali (LMR/02), abilitante alla professione di Restauratore di beni culturali. Ai sensi della normativa vigente, infatti, il conseguimento del titolo di studio e della relativa abilitazione professionale sono necessari per operare qualsiasi intervento di restauro sul patrimonio culturale italiano.

I posti messi a concorso sono così suddivisi per Istituti e percorsi formativi professionalizzanti (PFP):

  • 20 per l’Istituto centrale per il restauro di cui 5 presso la sede di Roma nel PFP 1: “Materiali lapidei e derivati; superfici decorate dell’architettura”,
    10 presso la sede di Matera nel PFP 2: “Manufatti dipinti su supporto ligneo e tessile; manufatti scolpiti in legno; arredi e strutture lignee; manufatti e materiali sintetici lavorati, assemblati e/o dipinti”, 5 presso la sede di Roma nel PFP 4: “Materiali e manufatti ceramici, vitrei, organici; materiali e manufatti in metallo e leghe”. Scadenza domande: 4 agosto 2021.
  • 5 per l’Istituto centrale per la patologia degli archivi e del libro nel PFP 5: “Materiale librario e archivistico. Manufatti cartacei e pergamenacei. Materiale fotografico, cinematografico e digitale”. Scadenza domande: 25 luglio 2021.
  • 5 per l’Opificio delle Pietre dure nel PFP 3: “Materiali e manufatti tessili e in pelle”. Scadenza domande: 18 luglio 2021.

Requisiti e modello formativo

Requisiti per l’ammissione: diploma di istruzione secondaria superiore quinquennale o quadriennale più anno integrativo o titolo equipollente se conseguito all’estero, posseduto prima dell’inizio dei corsi; idoneità fisica alle attività che il percorso formativo professionalizzante comporta; godimento dei diritti civili e politici; per i cittadini stranieri, conoscenza della lingua italiana.

Le Scuole di Alta Formazione e Studio del Ministero sono impostate su un modello estremamente efficace, riconosciuto sia in Italia sia all’estero, che coniuga la formazione, la ricerca e la pratica della professione all’interno dei vari laboratori e di importanti cantieri di restauro.

Il numero limitato di allievi ammessi ai corsi garantisce un’attenzione personalizzata da parte dei docenti e la possibilità di operare su beni culturali, integrando la parte metodologica applicativa con stage e seminari specialistici.

Al termine del percorso formativo, i diplomati saranno in possesso di conoscenza scientifica dei materiali e delle diverse problematiche conservative per lo specifico ambito scelto, sapranno operare in tutte le fasi del restauro e della conservazione dei beni culturali. Inoltre, essendo il corso abilitante alla professione, saranno inseriti nell’elenco dei Restauratori di beni culturali del Ministero della cultura (https://professionisti.beniculturali.it/restauratori).

Mercoledì 14 luglio alle ore 11.00 si terrà la presentazione dei corsi in diretta sulla pagina Facebook della Direzione generale Educazione, ricerca e istituti culturali: https://www.facebook.com/dger.web/

Link ai bandi di concorso

ICR bando

ICPAL bando

OPD bando

Contatti e riferimenti utili

Ministero della cultura
Direzione Generale Educazione, ricerca e istituti culturali
via Milano, 76 – 00184 Roma
Tel. (+39) 06.48291203
E-mail: dg-eric@beniculturali.it
Facebook: @dger.web
www.dger.beniculturali.it

Istituto centrale per il restauro
via di San Michele, 23 – 00153 Roma
Tel. (+39) 06.67236300
E-mail: icr@beniculturali.it
Facebook: @safsICR
www.icr.beniculturali.it

Istituto centrale per il restauro
via Luigi La Vista, 5 – 75100 Matera
Tel. (+39) 0835.256626 – 0835.334461
E-mail: icr.saf-matera@beniculturali.it
Facebook: @SAFMATERA
www.safmatera.iscr.beniculturali.it

Istituto centrale per la patologia degli archivi e del libro
Via Milano, 76 – 00184 Roma
Tel. (+39) 06.482911
E-mail: ic-pal@beniculturali.it; ic-pal.scuola@beniculturali.it
Facebook: @icpal.mic
www.saf-icpal.beniculturali.it/

Opificio delle pietre dure
Via degli Alfani, 78 – 50121 Firenze
Tel: (+39) 055.26511
Viale F. Strozzi, 1 (Fortezza da Basso) – 50129 – Firenze
Tel: (+39) 055.46254
E-mail: opd@beniculturali.it
Facebook: @OpificioPietreDure
www.opificiodellepietredure.it/

 

Comunicato bandi di ammissione SAF 8 luglio 2021

Bando ICR per l’ammissione di 20 allievi al 72° corso a.a. 2021-2022

È pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale 4a Serie Speciale – Concorsi ed Esami n. 50 del 25-6-2021 il bando di concorso pubblico, per esami, per l’anno accademico 2021-2022 per l’ammissione di 20 allievi al 72° corso quinquennale della Scuola di Alta Formazione e Studio dell’Istituto centrale del restauro (ICR) di Roma e Matera abilitante alla professione di Restauratore di beni culturali.
I posti sono suddivisi nei seguenti Percorsi Formativi Professionalizzanti (PFP):
PFP 1 – Materiali lapidei e derivati; superfici decorate dell’architettura: 5 posti presso la sede di Roma.

PFP 2 – Manufatti dipinti su supporto ligneo e tessile; manufatti scolpiti in legno; arredi e strutture lignee; manufatti e materiali sintetici lavorati, assemblati e/o dipinti: 10 posti presso la sede di Matera.

PFP 4 – Materiali e manufatti ceramici, vitrei, organici; materiali e manufatti in metallo e leghe: 5 posti presso la sede di Roma.

La scadenza per la presentazione della domanda è prevista per il 4 agosto 2021.

Per ulteriori informazioni consultare il sito web dell’Istituto centrale del restauro.