Edizioni Nazionali

Le Edizioni Nazionali rispondono alla fondamentale esigenza scientifica di garantire la tutela, la valorizzazione e la fruizione del patrimonio letterario e di pensiero costituito dagli scritti dei nostri autori: tali iniziative assicurano infatti la pubblicazione dell’opera omnia di un autore (o, in alcuni casi, le principali opere di un gruppo di autori) in edizioni fondate sulla ricognizione e trascrizione critica di tutti i manoscritti. Esse propongono tutti i testi – editi e inediti – di un autore chiarendone, attraverso ogni possibile documentazione, storia e formazione.

Alle Edizioni Nazionali, cui il Ministero offre riconoscimento e supporto, è preposto, con decreto del Ministro per i beni e le attività culturali e per il turismo, sentita la Consulta dei comitati nazionali e delle edizioni nazionali, un collegio di studiosi di specifica competenza che ne segue lo sviluppo sia sotto il profilo scientifico che sotto quello operativo: tale collegio fissa i criteri dell’edizione, individua i collaboratori per la preparazione dei volumi, dà il nulla osta per l’invio dei volumi alla stampa, riferisce al Ministro sui lavori con apposite relazioni annuali.

Il panorama offerto dalle Edizioni Nazionali è quello di una produzione imponente seppure necessariamente lenta e difficile per i lunghi tempi della ricerca. La pubblicazione di un volume presuppone infatti pazienti ed approfondite indagini e comporta un considerevole impegno scientifico da parte di studiosi qualificati ed esperti.

Le Edizioni Nazionali attualmente operanti sono 103.

– Elenco delle Edizioni Nazionali istituite dopo l’entrata in vigore della legge 420/1997

– Elenco delle Edizioni Nazionali istituite anteriormente alla legge 420/1997